Iscriviti: Feed RSS

Memoriale per il 50° dell’ENS di Novara

«Ricorrendo il Cinquantenario della Sezione Provinciale ENS di Novara, mi è venuta l’idea di celebrarlo anche con l’edizione di un volumetto che resti a testimoniare la storia dell’ENS di Novara», così Luciano Monferrini, dal 1961 membro del Consiglio Provinciale ENS della cittadina piemontese, presenta il memoriale storiografico “Cinquantesimo della Sezione provinciale ENS di Novara, 1950-2000”, che in 98 scorrevoli pagine in formato 17×24, ricche di foto che narrano la storia dei sordi novaresi e della loro associazione, racconta gli avvenimenti succedutisi per coloro che furono protagonisti degli accadimenti, per coloro che si sono succeduti poi ed anche per i futuri epigoni che vorranno sapere com’era iniziata la storia dell’ENS a Novara.


Libro “Cinquantesimo della Sezione provinciale ENS di Novara, 1950-2000. Storia dell’emancipazione dei Sordi novaresi”,
a cura della Sezione ENS di Novara (Novara, 2000, Tip. La Terra Promessa, pp.96)

Nella sua sintetica premessa, il veterano e instancabile Monferrini auspica “…che la giovane generazione dei sordomuti, sfogliando e leggendo il libretto, sappia trarre esempio di volontà e spirito associativo che permetta loro di continuare con lo stesso spirito di sacrificio, impegno e solidarietà il futuro della Sezione ENS di Novara”, cui si associa la presidente nazionale Ida Collu, che accogliendo con gioia l’invito a presentare quel libro storiografico, anch’essa conclude il suo messaggio esortando i sordi della provincia piemontese “…a continuare su questa strada e ad essere sempre uniti alla nostra Associazione ENS, per il perseguimento di nuovi e più importanti obiettivi e soprattutto per stimolare i nostri giovani sordi con guide sicure e consapevoli!”, mentre il presidente regionale del Piemonte, Giovanni Gamba, ricorda che “…scopo fondamentale dell’Associazione è emancipare ed elevare moralmente, culturalmente e socialmente i sordi…”.
Il primo dei sei capitoli in cui è condensata la storiografia, è dedicato ai benefattori benemeriti dell’ENS Novara, i coniugi Angiolina e Giovanni Donnino, che nel 1913, con testamento olografo, legarono il loro cospicuo patrimonio ad un’opera d’assistenza di cui poterono fruire successivamente, nel 1958, anche i sordomuti, quando fu costruito l’Istituto “di studi medi e superiori” per sordomuti, e la direzione della scuola fu affidata ai padri della “Piccola Missione di Bologna”. Altro omaggio è riservato a Giovanni De Carlis, “Pioniere della redenzione dei sordomuti”, naturalizzato milanese, ma nativo di Romagnano Sesia, di cui è presentato il curriculum di onorificenze e benemerenze conseguite per il suo impegno verso i sordi meno fortunati. Il terzo capitolo elenca il “Comitato Promotore e Consigli Direttivi” succedutisi alla guida della Sezione ENS di Novara, dal primo Comitato Provinciale del quadriennio 1950-54, formato dal presidente Carlo Albero e dai consiglieri Adriano Rossini, Renato Broglio, Mario Giarda, Aldo Bianchi e Pietro Carmagnola e dai revisori Francesco Franchini, Mario Grada e Romilio Sciagliasci al quattordicesimo e attuale Consiglio provinciale, formato dal presidente Luciano Monferrini, per la quinta volta alla guida politica e operativa dell’ENS Novara, dal suo vice, Gaudenzio Vicario, dal consigliere anziano, Ottavio Casalucci, dal consigliere udente Annamaria Crugnola e da Andrea Alesina, oltre al delegato provinciale, Mauro Simone e ai revisori Giorgio Dulio, Simona Manzoni e Ippazio Minnone. Dalla pagina 25 a pagina 56 è sintetizzata la storia dei sordomuti della Sezione ENS di Novara, da un “raduno” a Romagnano Sesia il 22 giugno 1930, ad un altro convegno, del 1943, in piena guerra: il momento era critico e, tra una discussione e l’altra di quei giovani di allora, dal “fiero l’occhio, svelto il passo!”, la sirena diede l’allarme del pericolo aereo ed i sordomuti…. fecero voto che se fossero scampati, sarebbe sorta a Novara una scuola per sordi, e così fu! Nel primo Dopoguerra, fu fatto appello all’Opera Pia “Giovanni e Angiolina Donnino” e alle autorità cittadine, affinché si realizzasse il già progettato Istituto di scuola media e superiore per sordomuti. Il 22 gennaio 1950 si costituì ufficialmente la Sezione Provinciale dell’Ente Nazionale Sordomuti e nove anni più tardi, il 24 gennaio 1959, è stata ufficialmente inaugurata la scuola auspicata dal voto dei sordomuti del 1943. Una serie di foto con relative didascalie riporta gli avvenimenti più significativi del mezzo secolo di vita associativa: il numeroso gruppo di sordi partecipante all’assemblea del 1961, l’«unica foto» del Comm. Francesco Rubino, residente a Novara, ripreso nella città di residenza, i “primi incontri fra i soci del circolo ENS”, i giovani e lo sport che si diffonde a Novara, il Circolo ENS di Verbania, il Foto Club, la commemorazione del Comm. Rubino a 10 anni dalla scomparsa, il pellegrinaggio a Lourdes, i soci premiati per il 40° di fedeltà, la manifestazione a Roma nel 1995, l’assemblea dei fotoamatori nel 1997, i sordi novaresi al Giubileo degli handicappati, e in mezzo tante altre foto che raccontano una vita e “…qui termina la storia di cinquant’anni di vita associativa della Sezione ENS di Novara … protesa a realizzare un sempre miglior avvenire per tutti i sordomuti della Provincia», ed il capitolo si chiude con alcuni ritagli di giornale d’epoca, del 3 agosto 1951. La quinta parte del libro raccoglie alcune lettere – fra cui una di Giovanni De Carlis, novarese DOC, inviata al concittadino On. Oscar Luigi Scalfaro, futuro Presidente della Repubblica – e gli articoli più significativi apparsi sui giornali dell’ENS e sulle testate locali per presentare gli episodi che hanno costruito l’infinita e mai conclusa storia dell’Associazione ENS. Nell’appendice, infine, sono raccolte le foto di gruppo scattate durante le assemblee provinciali, alle feste per la Pasqua, del Natale, di carnevale, o in occasione di concorsi culturali e gare sportive, le numerose iniziative organizzate dall’inesauribile Consiglio Direttivo ENS che sempre si è rinnovato a Novara per stare al passo coi tempi che cambiano. rc013 (2002)


Per ordinazione del suddetto volume contattare direttamente alla Sezione Provinciale ENS di Novara: email novara@ens.it