Iscriviti: Feed RSS

Santuario della Madonna delle Grazie di Monteodorisio (Chieti)

Il Santuario risale all’anno Mille e si trova ad oltre mille metri di altezza. La sua origine è dovuta all’Apparizione della Vergine ad una innocente fanciulla, muta dalla nascita, alla quale la Madonna fece grazia della parola, esprimendo quindi il desiderio che in quel luogo si costruisse una Cappella, così ricorda la storia dei santuari mariani legati ai sordomuti (a cura di Giovanni De Carlis, n.d.r.).

 Santuario Madonna delle Grazie di Monteodorisio

Il Santuario sorge all’ingresso del paese e si ritiene che anticamente nel luogo esistesse già una chiesa dedicata a Santa Maria Maggiore che andò completamente distrutta.

Fu nel 1600 che sul luogo fu ricostruita una piccola chiesa dedicata alla Madonna delle Grazie.

Si narra che durante alcuni lavori di restauro la statua della Vergine fu trasferita in altra chiesa, ma il mattino successivo vi era ritornata da sola misteriosamente.

Altri fatti miracolosi riconosciuti dalle autorità ecclesiastiche per tali, avvennero nel 1886; durante i lavori di sistemazione delle fondamenta della chiesetta sgorgò una sorgente d’acqua con virtù miracolose.

Molti infermi, storpi, ciechi, ecc. hanno trovato guarigione bevendo quell’acqua o bagnandosi con essa.

Il primo miracolo, noto e documentato, avvenne ad una donna del vicino paese di Cupello che passava nelle vicinanze del Santuarietto disperata perchè alla figlioletta era stato diagnosticato un grave male per cui aveva pochi giorni di vita.

Su invito di un muratore che eseguiva i lavori alla chiesa, prese un poco di acqua della sorgente e ritornata a casa bagnò la figlia e le ne diede da bere.

Dopo tre giorni la ragazza aveva cominciato a star meglio fino a guarire del tutto.

Si sparse la voce del prodigio e, da allora, i pellegrini non sono mai terminati, nè sono terminate le elargizioni di Maria.

Alla fine del 1000 fu costituita una Commissione di quattro persone per raccogliere ciò che era necessario per costruire un nuovo e più degno Santuario.

La gente di Monteodorisio rispose in modo magnifico creando un insolito spettacolo in quanto tutto il popolo allineato in fila indiana, come tanti anelli di una catena per una lunghezza di circa tre chilometri, trasportava materiali da costruzione dal fondo valle, attingendo al fiume Sinello e da una fornace di laterizi, fino al luogo dove doveva essere costruito il Santuario.

Tra il 1886 ed il 1895 fu costruito il Santuario la cui inaugurazione avvenne il 1° settembre 1895.

Originariamente la chiesa era ad una navata con due portici esterni, ma, quando vi giunsero i Carmelitani, pensarono bene di chiudere dall’esterno i portici aprendo dall’interno per cui la chiesa divenne a tre navate.

La festa solenne si celebra la prima domenica di settembre. La sera dell’ultima domenica di agosto la Sacra Immagine viene trasferita con solenne processione dalla Parrocchia dove è custodita, al Santuario dove resta esposta per tutta la settimana ricevendo continue visite ed omaggi dai pellegrini. Altra festa si celebra il 2 luglio giorno della ricorrenza della Madonna delle Grazie.

Fonte: santuari.it


Visualizzazione ingrandita della mappa

PER SAPERE DI PIU’

Santuario Madonna delle Grazie di Monteodorisio

Tabernacoli nel  Comune di Monteodorisio

 Il Santuario della Madonna delle Grazie
di Monteodorisio, Chieti

(a cura di Franco Zatini)

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it.
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini