Iscriviti: Feed RSS

Diagnosi della sordità infantile

 

La diagnosi precoce, il trattamento protesico e riabilitativo sono i presupposti indispensabili per il recupero del bambino sordo. Ora, se è vero che possiamo parlare di diagnosi tempestiva quando viene effettuata entro il decimo-dodicesimo mese di vita, è altrettanto vero che il periodo ottimale si colloca senza dubbio intorno al quinto-sesto mese. A questa età, ma anche nei primissimi anni di vita, è compito delicato e spesso arduo riuscire a diagnosticare e quantificare una perdita uditiva.

La mancanza di collaborazione, l’irrequietezza dovuta all’attesa e all’ambiente, nonché la concomitante presenza di turbe neurologiche, richiedono grande capacità ed esperienza da parte dell’esaminatore e metodiche audiometriche sempre più sicure e affidabili. Quest’ultime possono essere suddivise in metodiche soggettive e obiettive.

Visualizza l’opuscolo

mw003 – 3 gennaio 2013

Emideliologia e fattori di riscihio
Relazione presentata dalla Dott.ssa Maria Barezzani
Responsabile SSVD Audiologia e Foniatria-OB, Brescia.


 

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it.
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini