Iscriviti: Feed RSS

San Giuseppe e la PMS

SAN GIUSEPPE E  LA PICCOLA MISSIONE PER SORDI

La solennità di San Giuseppe celebrata il 19 marzo ha profonde radici bibliche; Giuseppe è infatti considerato l’ultimo patriarca che riceve le comunicazioni del Signore attraverso l’umile via dei sogni. Come l’antico Giuseppe, è l’uomo giusto e fedele (Mt 1,19) che Dio ha posto a custode della sua casa. Egli collega Gesù, re messianico, alla discendenza di Davide. Sposo di Maria e padre putativo, guida la Sacra Famiglia nella fuga e nel ritorno dall’Egitto, rifacendo il cammino dell’Esodo. Pio I X  lo ha dichiarato patrono della Chiesa universale e Giovanni XXIII ha inserito il suo nome nel Canone della messa.

San Giuseppe è anche uno degli speciali protettori della Piccola Missione per i Sordomuti. Quando la congregazione del Gualandi fu approvata canonicamente, nel lontano 15 agosto 1872 dall’arcivescovo di Bologna il cardinal Carlo Luigi Morichini (1805-1879), fu chiamata “Pia Congregazione del Patriarca San Giuseppe e di San Francesco di Sales per istruire i sordomuti”. La“famiglia” religiosa dell’Opera Gualandi affondava però le radici al 1865, ben 150 anni fa, quando due sordomuti (Giuseppe Morselli e Mariano Casaglia) assieme all’udente Patrizio Zuffi (1874-1928) avevano deciso di rimanere a collaborare stabilmente con Don Giuseppe e Don Cesare Gualandi.

P.Vincenzo Di Blasio

San Giuseppe e la PMS

PER SAPERE DI PIU’

San Giuseppe

Piccola Missione per i Sordi