Iscriviti: Feed RSS

“Il rumore della vittoria ”: sei giovani atleti raccontano la loro sordità nello sport e nella vita.

Tra di loro l’atleta vicentino Mauro Grotto, capitano della Nazionale di calcio a 11 sordi

Alice, Anna, Claudio, Loris, Mauro e Pasquale
raccontano le loro vite spesso segnate da pregiudizi e stereotipi legati alla loro disabilità e di come si ritrovano ad essere invisibili in una società che viaggia di corsa e non presta loro la giusta attenzione. E’ questo il tema del documentario “Il rumore della vittoria”, un lavoro che nasce da un’idea di Ilaria Galbusera e Antonino Guzzardi, due giovani ragazzi sordi appassionati di sport e arti visive.

Un viaggio attraverso l’Italia, durato più di due anni, seguendo il percorso umano e sportivo di sei giovani atleti sordi che indossano la maglia azzurra. Tra di loro l’atleta vicentino Mauro Grotto, residente a Schio, che indossa la maglia azzurra rappresentando, in qualità di capitano, la Nazionale di calcio a 11 sordi.

I ragazzi davanti alla cinepresa raccontano di come lo sport ha permesso loro di superare queste barriere e degli enormi sacrifici fatti per arrivare a indossare la maglia azzurra, l’ambizione più grande per ogni atleta italiano, accomunati dal desiderio di rivalsa contro la convinzione comune che non ce l’avrebbero mai potuta fare. Il documentario è stato realizzato con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico su tematiche di cui i media parlano poco e di portare sullo schermo una realtà importante che ancora oggi risulta però sconosciuta ai più.

Il rumore della vittoria è stato presentato
per la prima volta al pubblico il 1° ottobre a Milano, all’interno dell’evento “Volare insieme oltre. Weekend di sport e cultura accessibile” promosso da Pio Istituto dei Sordi e dal Centro Culturale Asteria. La seconda presentazione avverrà il 31 ottobre a Mori, in provincia di Trento con la partecipazione della Nazionale femminile di pallavolo sorde.

Prossimamente verrà proiettato anche a Vicenza, all’interno del calendario degli eventi in programma per Vicenza Città Europea dello Sport 2017.

Fonte: sportiviccentino.it

PER SAPERE DI PIU’

FSSI

Storia dello sport dei sordi

_________________________________________________
«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini