Iscriviti: Feed RSS

Legge di stabilità 2020 e i sordi italiani

Manovra: Fico, risorse per disabilità. Certo che governo saprà intervenire in prossima legge bilancio (2020)

“Con la legge di bilancio 2019 sono stati istituiti un Fondo per l’accessibilità e la mobilità delle persone con disabilita’, un Fondo per i caregiver familiari, un Fondo per l’inclusione delle persone sorde e rifinanziato il Fondo non autosufficienza. Ma sono consapevole che le risorse per questi fondi e quelle complessivamente destinate alla disabilità sono nettamente insufficienti rispetto alle esigenze.

Roberto Fico Presidente Camera dei Deputati
Sono certo che, dalla prossima legge di bilancio le Camere e il Governo sapranno intervenire”. Lo ha detto il presidente della Camera Roberto Fico al convegno “La sfida per l’inclusione: il futuro delle persone con disabilita‘”. “Credo che vadano valutate con attenzione le proposte all’esame delle Camere su importanti profili per la piena inclusione ed assistenza.

Garantire la dignità, il rispetto e l’autonomia alle persone disabili e consentire ad esse di contribuire attivamente alla vita politica, economica e sociale del nostro Paese – ammonisce – è una delle grandi questioni nazionali”.
Fonte: ansa.it

Le richieste ufficiali  della Federazione dei Disabili (FISH Onlus) nella lettera aperta
–  la revisione dei criteri per il riconoscimento della disabilità mirati all’inclusione e all’elaborazione dei progetti personali di vita;  le misure e i servizi per il sostegno alla buona occupazione e al mantenimento del posto di lavoro;
– i supporti e i servizi a sostegno dei caregiver familiari e del loro lavoro di cura;
– le misure per favorire la vita indipendente, il diritto all’autodeterminazione e alle pari opportunità;
– i sostegni e i servizi per l’abitare e per la non autosufficienza e gli interventi per il contrasto alla segregazione e all’isolamento; il miglioramento della qualità dell’inclusione scolastica;
– l’accesso ai diritti e alla partecipazione civile incluso il diritto di voto e alla partecipazione politica attiva;
– gli interventi per migliorare la mobilità, l’accessibilità e la qualità dei luoghi,dei servizi e delle opportunità culturali e ricreative;
– il diritto alle cure migliori, all’abilitazione, alla diagnosi anche precoce;
– il contrasto alla discriminazione plurima ad iniziare dalle condizioni di vita delle donne e delle ragazze con disabilità;
– il contrasto deciso all’impoverimento derivante dalla disabilità;
– il contrasto alle violenze, agli abusi, alle molestie;
– una rinnovata attenzione ai minori con disabilità, alle loro condizioni, alla loro inclusione.

Le richieste dei Sordi italiani
– I servizi audiovisivi e televisivi (sottotitoli, lingua dei segni, ecc,) garantiti ai sordi in 24 ore su 24 e tutte le reti pubbliche e private;
– La garanzia dei servizi sull’inclusione dei sordi nella vita di tutti in qualsiasi campo (scolastico, sociale, lavorativo, universitario, ecc.);
– L’adeguamento dell’indennità di comunicazione;
– La garanzia di Stato sull’assunzione obbligatoria al lavoro da parte dei sordi disoccupati pluriennali;
– L’accessibilità dei sordi nei luoghi pubblici (ospedali, sedi municipali, scuole, musei, bus, ferrovie, aeroporti, ecc.);
– I progetti mirati alla vita indipendente dei sordi con il diritto di autodeterminazione e le pari opportunità con essenziale della dignità della persona sorda;

PER SAPERE DI PIU’
L’impegno del Governo Conte

Proposte degli emendamenti FISH Onlus

storiadeisordi.it 1