Iscriviti: Feed RSS

Santuario di Nostra Signora di Montespineto in Stazzano (Alessandria)

Situato a 459 m.s.l.m. si trova in posizione panoramica e dominante rispetto alla Val Borbera e alla Valle Scrivia.
Nel 1155, durante le invasioni barbariche, Federico Barbarossa distrusse il Castello di Stazzano e d obbligò la popolazione a rifugiarsi sul monte dove fu edificata una cappella, in seguito abbandonata.
Nel 1620 l’invasione delle truppe francesi costrinse la gente a rifugiarsi sul colle.
I lavori di costruzione del santuario, iniziati nel 1623, furono ultimati nel 1630.

Il santuario ha tre navate e tre altari.
All’interno è conservata la statua in marmo della Vergine col Bambino, datata 1629 e probabile opera di Leonardo Ferrandina. Si possono inoltre ammirare numerosi interessanti ex-voto, alcuni dei quali di notevole valore sia artistico che storico-geografico.
Nella prima metà del Novecento furono costruiti l’ospizio adiacente alla chiesa, oggi sede di ritiri spirituali, e le edicole della Via Crucis, a ricordo dei misteri della passione di Cristo.
Orari
Aperto tutti i giorni dalle 8.00 alle 12.00; dalle 15.00 alle 18.00
Rosario e messa ogni giovedì sera alle 20.30
Messa alle ore 16.00 (17 nel periodo estivo) ogni sabato
Messa alle ore 10.30 ed alle 16.00 (17 nel periodo estivo) ogni sabato
Messa alle 10.30 ed alle 16.00 (17.00 nel periodo estivo) ogni domenica
Curiosità
Il Santuario di Monte Spineto è così chiamato per la gran quantità e varietà di cespugli spinosi che ricoprono le pendici del monte su cui è situato, fra i quali spiccano i biancospini.
Nel 1620, durante l’invasione della valle da parte dei francesi, una fanciulla sordomuta dalla nascita vide aleggiare una colomba su di un cespuglio di biancospino fiorito fuori stagione. La bimba urlò la notizia e per otto giorni la colomba rimase sospesa sul cespuglio. Molti accorsero ad ammirare il fenomeno e il vescovo di Tortona, S.E.Paolo Arese, accertò di persona il miracolo e decise la costruzione del Santuario.
Diverse sono le proposte di incontro del Santuario: a marzo si celebra Don Orione; nelle domeniche di maggio i paesi di Stazzano, Cassano Spinola, Serravalle Scrivia e Vignole Borbera effettuano pellegrinaggi-voto; a giugno fidanzati e sposi possono prendere parte alla “Festa della corda”, momento di riflessione ed unione; a luglio ricorre la festività di Sant’Anna, mentre ad agosto si celebra l’Assunta, con una processione che ripercorre la suggestiva Via Crucis coinvolgendo centinaia di fedeli. Durante l’arco dell’anno altre feste si rivolgono ai giovani, agli alpini, ecc.
Le messe del giovedì sera e della domenica mattina sono trasmesse da radio Pieve.
Località  Stazzano, Cap 15060.Tel. e fax  0143/65466
Visite guidate  *
Strutture di servizio e ricettive
Un bar è aperto indicativamente durante il periodo estivo, solo durante i fine settimana o in occasione delle festività.Non dispone di ristorante, ma di un salone in cui è possibile mangiare al sacco. Ad offerta si può avere un ricordo del Santuario
Informazioni  Santuario di Monte Spineto, tel. 0143/65466
Come arrivare
In auto:
A7 uscita Serravalle Scrivia – direzione Stazzano
A26 uscita Novi Ligure -direzione Serravalle Scrivia, Stazzano
Ingresso  libero
Parcheggio Gratuito: nelle adiacenze del Santuario

Fonte: www.comune.noviligure.it


 

 Il Santuario di Nostra Signora di Montespineto in Stazzano (Alessandria)