Iscriviti: Feed RSS

Donne Sorde: nove storie di emarginazione e di riscatto

Donne sorde: nove storie di emarginazione e di riscatto a cura di Daniele Regolo. Collana dell’Istituto Tommaso Pendola di Siena, diretta da Enrico Cimino. Siena,2005, Edizioni Cantagalli, pp.174

Il volume raccoglie le testimonianze di nove donne sorde: Consuelo Agnesi, Gessica Altieri, Francesca Feroldi, Maria Gennaioli, Rosanna Giovanditto, Annalisa Miceli, Federica Pea, Anna Roatta e Mara Termini che raccontano le loro esperienze di studio e lavoro e la difficile integrazione nel mondo degli udenti.

Conferenza stampa della presentazione del libro: “Donne sorde, storie di emarginazione e di riscatto”
In Italia esistono quasi un milione di persone sorde, donne nel 60% dei casi. Alcune di loro hanno coraggiosamente deciso di raccontare la propria condizione e, a volte, come testimoniato nelle pagine di un libro, si tratta di storie che riassumono una doppia emarginazione sociale: quella femminile e quella della sordità. Storie di emarginazione, però, che sono diventate storie di riscatto.
Dai sogni al matrimonio, dal silenzio all’amore, dalla scuola agli ospedali: emozioni, testimonianze, luoghi, lacrime e gioia. Temi affrontati dal volume “Donne sorde: nove storie di emarginazione e di riscatto”, presentato a Roma nell’ambito della Giornata internazionale della Donna 2006, presso la sala degli Arazzi della Rai, dall’Ente nazionale sordomuti in collaborazione con l’Istituto Tommaso Pendola di Siena e con il patrocinio del Segretariato sociale Rai e del Ministero per le Pari Opportunità.
“Non è stato facile mettere insieme 9 esperienze di vita, ma dal primo all’ultimo racconto si ha la sensazione di leggere un testo dove esiste un indissolubile legame, un unico filo che lega tra loro le storie”, affermano i curatori del libro, edito da Cantagalli, evidenziando che le storie raccontate affrontano una doppia emarginazione: quella a causa della disabilità, oltre a quella di genere.
In un volume raccolti nove racconti di vita che riassumono una doppia esclusione sociale: quella femminile e quella legata alla disabilità.
Fonte: Superabile.it

La Collana dell’Istituto Tommaso Pendola di Siena, diretta da Enrico Cimino
Detta nuova Collana dell’Istituto fondato da Tommaso Pendola nel 1828 comprensiva dei volumi già pubblicati dal 1992 in poi presso lo stesso Editore (Edizioni Cantagalli – Siena) si propone di continuare a fornire una documentazione precisa e aggiornata delle attività passate e presenti relative allo studio delle sordità infantili con l’ausilio delle varie scienze afferenti senza spirito di parte o pregiudizi semplicemente mettendo a disposizione materiali di studio e di ricerca che siano in grado di contribuire alla migliore conoscenza dei problemi posti dalla sordità e come contributo alla ricostruzione di una vicenda particolarmente lunga e complessa che ha visto protagonisti i sordi minoranza culturale e linguistica troppo spesso incompresa nel contesto sociale di cui é legittima parte con pienezza di diritti e di doveri.
rc071 (2005)


«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it.
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini