Iscriviti: Feed RSS

Pubblica Istruzione: Area tematica handicap

Con l’apertura di quest’area dedicata, si vuole raccogliere e rendere più facilmente accessibile all’utenza il materiale già presente nel sito www.istruzione.it, inserito sotto altre categorie o nella banca dati, con l’intenzione di integrarlo e aggiornarlo con ulteriore documentazione per fornire un quadro complessivo della materia.
In particolare si vuole:
– offrire una struttura di servizio alle scuole, alle Associazioni e all’utenza, che documenti l’attività e l’impegno del MIUR sull’handicap;
– agevolare la conoscenza delle norme vigenti in materia, presentandole in ordine cronologico e per argomento;
– informare sull’attività dell’Osservatorio permanente per l’integrazione scolastica delle persone in situazione di handicap;
rendere visibile il fenomeno dell’integrazione scolastica mediante la pubblicizzazione dei dati statistici aggiornati;
– far conoscere la partecipazione dell’Italia nelle azioni comunitarie di sviluppo dell’insegnamento nel campo dei bisogni speciali;
– facilitare l’accesso al portale handitecno dell’INDIRE, che fornisce informazioni, pareri e notizie in vari settori riguardanti la disabilità e l’integrazione scolastica;
– segnalare iniziative ed eventi nazionali e regionali sulla tematica dell’handicap.

Disabilità
Al fine di favorire i rapporti tra l’Amministrazione e l’utenza e rendere più accessibile la conoscenza di norme e documenti in materia di handicap, è stata aperta un’area dedicata all’handicap nel sito istruzione.it di cui viene costantemente curato l’aggiornamento.

Le azioni amministrative intraprese per migliorare la qualità dell’offerta formativa di integrazione scolastica del disabile si riferiscono ai seguenti interventi.

Attività dell’Osservatorio Permanente per l’integrazione scolastica degli alunni in situazione di handicap per una collaborazione tra l’Amministrazione e le associazioni dei disabili. L’Osservatorio si è riunito in data 4/5/2004 e 13/10/2004 e nel mese di Giugno 2004 sono stati costituiti dei gruppi di lavoro, composti da rappresentanti delle associazioni di disabili, docenti e personale della D.G. per lo studente, che hanno trattato i seguenti temi:

1° gruppo – formazione;
2° gruppo – particolari modalità di integrazione degli alunni con minorazioni sensoriali;
3° gruppo – indicatori della qualità dell’integrazione scolastica;
4° gruppo – rapporti interistituzionali e accordi di programma;
5° gruppo – organizzazione di un seminario nazionale.

Nella riunione dell’Osservatorio permanente del 13 ottobre 2004 è stata rappresentata la necessità di predisporre gli indicatori di valutazione della qualità dell’integrazione scolastica. Pertanto, l’INVALSI, che ha il compito, tra l’altro,, nell’ambito delle sue finalità istituzionali, di effettuare verifiche periodiche e sistematiche sulle conoscenze e sull’abilità degli studenti, procederà alla definizione degli indicatori di qualità dell’integrazione scolastica.

E’ stata avviata una cooperazione tra l’Amministrazione centrale e i diversi livelli istituzionali, mediante il progetto denominato: L’Amministrazione centrale dialoga con gli Uffici Scolastici Regionali in materia di integrazione scolastica degli alunni diversamente abili.
Il progetto intende avviare e promuovere, in maniera continuativa , un confronto sulle iniziative promosse a livello regionale, in materia di integrazione scolastica e lavorativa degli alunni disabili con l’obiettivo di individuare positivi modelli di integrazione e concordare azioni comuni.
Nel progetto saranno coinvolti la D.G. per lo studente, gli UU.SS.RR., Enti istituzionali, Enti interistituzionali, le Associazioni rappresentative dei disabili, docenti di sostegno e curriculari.

Sono in corso rapporti col Ministero per l’innovazione tecnologica, in esecuzione della Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per l’Innovazione e le tecnologie, 18.12.2003, (Linee guida in materia di digitalizzazione dell’amministrazione per l’anno 2004) e della legge 09.02.2004, n. 4, (Disposizioni per favorire l’accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici), che, all’art. 5 (Accessibilità degli strumenti didattici e formativi), prevede la stipula di convenzioni tra il MIUR e le associazioni di editori per la fornitura di copie di libri e degli strumenti didattici fondamentali, accessibili agli alunni disabili e agli insegnanti di sostegno, su supporto digitale.

Fonte: pubblica.istruzione.it (2006) sp009