Iscriviti: Feed RSS

Scrittura e Sordità

Nelle migliori librerie sparse d’Italia è in circolazione lo straordinario libro sulla scrittura delle Persone Sorde a cura di due note ricercatrici di Psicologia: Daniela Fabbretti ed Elena Tomasuolo. Il titolo del volume è il seguente: «Scrittura e Sordità», stampato dalla Casa Editrice Carocci di Roma nell’ottobre 2006.

La scrittura si può analizzare come prodotto, come processo e come pratica sociale: gli scritti raccolti nel volume sono rappresentativi dell’integrazione di questi diversi punti di vista.
Muovendo dalla questione di che cosa significhi “apprendere a scrivere”, il libro espone i concetti di sordità, di cultura sorda e di identità sorda.
Analizzando le diverse prospettive teoriche particolarmente rilevanti per l’indagine di testi prodotti da bambini e adulti sordi, vengono messe in luce le applicazioni cliniche della ricerca sulla scrittura e si discute sulle difficoltà e sulle cautele metodologiche che una procedura di valutazione delle competenze alfabetiche del bambino sordo deve affrontare.
Si presentano poi alcune questioni di natura teorica e metodologica sullo studio delle lingue dei segni: le lingue visivo-gestuali usate dalle persone sorde.
I prodotti scritti da bambini e adulti sordi non si rivelano solo strumenti utili ad indagare l’apprendimento della lingua scritta, ma anche veicoli per capire il pensiero narrativo, l’elaborazione mentale che sta dietro in uso non sempre convenzionale dell’ortografia.

Daniela Fabbretti, ricercatrice in Psicologia dello sviluppo presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, studiosa di Psicolinguistica e autrice di diversi lavori su riviste e volumi nazionali e internazionali, è prematuramente scomparsa nel 2002.

Elena Tomasuolo è dottore di ricerca in Psicologia presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

Titolo: Scrittura e sordità, a cura di Daniela Fabbretti ed Elena Tomasuolo. Roma, 2006, Carocci Editore, pp.216.
rc102

INFO:

Carocci Editore