Iscriviti: Feed RSS

Ridotti i programmi Rai sottotitolati per i sordi. (Newsletter della Storia dei Sordi n. 616 del 31 dicembre 2008)

Ridotti i programmi Rai sottotitolati per i sordi. L’appello dell’Ens. L’Ente nazionale per la protezione e l’assistenza dei Sordi si rivolge al Governo e al Parlamento per la ”piena applicazione del contratto di servizio, inspiegabilmente disatteso”. I programmi sottotitolati sono stati “drasticamente ridotti” negli ultimi 15 giorni. Secondo il Contratto di servizio Rai 2007-2009 deve essere

MILANO – Niente “Porta a porta” né “Eredità” per chi è sordo, e lo stesso per molti altri programmi Rai cui mancano i sottotitoli. Per questo l’Ente nazionale per la protezione e l’assistenza dei sordi rivolge al Governo e al Parlamento un appello in cui si chiede “la piena applicazione del contratto di servizio, inspiegabilmente disatteso”.  Inoltre, si legge in un comunicato dell’associazione, “in questi ultimi 15 giorni sono stati drasticamente ridotti i programmi sottotitolati”. L’articolo 8 del Contratto di servizio Rai per il triennio 2007-2009 prevede infatti che venga sottotitolata una serie piuttosto rilevante di eventi sportivi nazionali, di tribune politiche elettorali e di programmi politici di approfondimento. Inoltre l’azienda si impegna a incrementare, nell’arco del triennio, il volume delle sottotitolazioni “fino al raggiungimento di una quota pari ad almeno il 60 per cento della programmazione complessiva”.

Questa situazione si trascina da tempo, come spiega Marco Luè, consigliere provinciale Ens Milano: “Durante l’ultima campagna elettorale non ci sono state tribune politiche o dibattiti sottotitolati. Lo ha fatto solo Mediaset, in occasione dell’ultimo confronto elettorale”. Ieri, in occasione della Giornata dei diritti delle persone con disabilita, l’Ente nazionale sordi ha organizzato manifestazioni di protesta davanti alle sedi delle prefetture di varie città italiane. Un sit-in pacifico per chiedere, oltre all’applicazione del contratto Rai, la ratifica della convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità e il riconoscimento della lingua dei segni italiana. (Ilaria Sesana)

Autore: Ilaria Sesana – 4 dicembre 2008 Fonte: superabile nw616


Newsletter della Storia dei Sordi n. 616 del 31 dicembre 2008