Iscriviti: Feed RSS

Primo convegno internazionale di Roma: Sordità infantile e benessere psicologico (Newsletter della Storia dei Sordi n. 679 del 17 aprile 2009)

Sabato 18 aprile 2009: Sordità infantile e benessere psicologico. Primo convegno internazionale di Roma
Auditorium – Via Rieti, 13 – Roma – Ore 9,00 – 18,00

Sabato 18 aprile si svolgerà a Roma una giornata di formazione e dibattito sul tema della salute mentale (intesa come stato di benessere emotivo, psicologico e sociale) nei bambini sordi organizzata dalla Roberto Wirth Fund Onlus in partnership con l’ESMHD (Società Europea per la Salute Mentale e la Sordità).
Lo sviluppo dei bambini sordi in ambito psicologico, gli aspetti psicologici e sociali legati all’utilizzo di un impianto cocleare, il ruolo delle interazioni genitore-bambino nei primi anni e i fattori in età infantile che hanno un impatto per il raggiungimento di una positiva qualità della vita in età adulta, sono solo alcuni degli argomenti che verranno trattati durante la giornata.
Durante questo appuntamento interverranno professionisti di fama internazionale per fornire conoscenze teoriche e aggiornamenti in tema di sordità infantile e benessere psicologico.
Obiettivo dei lavori è definire i bisogni dei bambini sordi e delle loro famiglie in Italia attraverso il confronto-dibattito tra pubblico ed esperti. Saranno così individuati servizi, pratiche e interventi che rispondano pienamente alle loro specifiche esigenze.
Questo appuntamento rientra nel SIG 2009, il primo Convegno Internazionale nella città di Roma sul tema della salute mentale per le persone sorde, organizzato dalla Roberto Wirth Fund Onlus in partnership con l’ESMHD, a Roma dal 15 al 19 aprile. Il SIG 2009 coinvolge circa 100 professionisti, provenienti dai paesi di tutta Europa, dagli Stati Uniti, dall’Africa e dall’Asia, che operano nell’ambito della sordità.
L’ESMHD è una organizzazione internazionale che promuove un’adeguata salute mentale per le persone sorde in Europa.
Il SIG (Special Interest Group) è un appuntamento dell’ESMHD che da anni riunisce professionisti e specialisti a livello internazionale che lavorano nel campo della sordità e della salute mentale. I partecipanti agli incontri del SIG presentano ricerche, discutono dello stato dell’arte dei servizi di salute mentale per le persone sorde nelle proprie nazioni, analizzano case history, condividono esperienze, informazioni, pratiche e interventi.
Tale network di professionisti crea un comune terreno di lavoro tra le diverse nazioni e si pone nuovi traguardi per il futuro al fine di migliorare la vita delle persone sorde e delle loro famiglie.
La Roberto Wirth Fund è una associazione Onlus dedita al supporto dei bambini sordi e sordociechi e delle loro famiglie.
L’esigenza di dedicarsi a tale settore scaturisce dalla constatazione che in Italia molti bambini sordi e sordociechi ancora non ricevono supporto adeguato durante l’età evolutiva: mancano, infatti, servizi, programmi e persone che rispondano pienamente alle loro peculiari esigenze.
Tale carenza mina il processo di sviluppo dei bambini e rischia di impedire il raggiungimento di una ottimale qualità della vita.
La Roberto Wirth Fund Onlus si impegna a far fronte a tale condizione elaborando e attivando programmi volti a supportare la crescita dei bambini sordi e sordociechi. L’associazione, inoltre, fornisce alle famiglie, spesso impreparate ad affrontare le necessità dei loro bambini, supporto e assistenza indispensabile per realizzare scelte consapevoli e costruttive.
Le lingue ufficiali del Convegno sono Italiano, Inglese, LIS (Lingua dei Segni Italiana) ed ASL (American Sign Language).
PER INFORMAZIONI: Roberto Wirth Fund Onlus
T  +39 06 8956 1038 – F  +39 06 8956 1040
info@robertowirthfund.net
www.robertowirthfund.net
UFFICIO STAMPA:
Itinera Comunicazione
Giulia Di Marco
Mob. + 39 328 034 97 60
Tel: +39 06 58 33 12 85
Email:  g.dimarco@itineracomunicazione.it

ISCRIZIONI:
La giornata formativa è a numero chiuso. La partecipazione è limitata a 150 iscritti con priorità in base all’ordine di iscrizione. Per iscriversi è necessario compilare la scheda di iscrizione in tutte le sue parti (scaricabile dal sito  www.robertowirthfund.net) ed inviarla all’indirizzo e-mail info@robertowirthfund.net o al numero di fax 06 8956 1040 insieme alla ricevuta del pagamento, entro e non oltre il 15 aprile 2009. La conferma dell’avvenuta iscrizione sarà comunicata entro il giorno successivo alla ricezione dell’e-mail o del fax.

nw679


Borsa di studio “Roberto Wirth” ad un educatore sordo italiano

ll vincitore della Borsa di Studio è Vincenzo Speranza, studente sordo iscritto alla facoltà di Biologia dell’Università Roma 3: “Per me, questa vittoria è una grande opportunità, la sfrutterò per lavorare con maggior metodo nel campo dell’educazione dei bambini sordi.”  Anche quest’anno la Commissione Fulbright per gli scambi culturali tra l’Italia e gli Stati Uniti ha avviato il Deafness Program.  Si tratta di un progetto, coordinato dalla Mason Perkins Deafness Fund, che prevede l’assegnazione di  borse di studio a studenti sordi italiani. I vincitori hanno l’opportunità di studiare per un intero anno accademico negli Stati Uniti presso la prestigiosa Gallaudet University di Washington, unica università al mondo bilingue (American Sign Language e Inglese), pienamente accessibile per gli studenti sordi e sordastri e in grado di formare i professionisti che lavoreranno nell’ambito della sordità.  La borsa di studio “Roberto Wirth” permette di frequentare corsi di metodologia dell’insegnamento ai bambini sordi in età prescolare e di realizzare tirocini diretti presso scuole per l’infanzia specializzate in sordità.  Vincenzo Speranza è nato a Torre del Greco (Na) e vive a Roma dove studia all’Università e insegna Lingua Italiana dei Segni (LIS) presso la scuola elementare statale I.S.S.I.S.  173° circolo didattico “Antonio Magarotto”. Lavora, inoltre, come educatore a Frascati presso una scuola elementare e media.  Vincenzo definisce la sua vittoria un’esperienza eccezionale, una grande opportunità per il suo futuro lavorativo a beneficio dei bambini sordi. Ed è proprio così: per uno studente sordo, ricevere l’opportunità di studiare presso la più prestigiosa università al mondo in quanto a formazione ed integrazione, rappresenta sicuramente il primo passo verso il successo.  La ricchezza di questo progetto consiste, inoltre, nella possibilità per lo studente, una volta rientrato in Italia, di mettere in pratica quanto acquisito, a vantaggio dei bambini sordi e sordociechi italiani. E proprio uno di questi bambini, sicuramente sarà, magari tra 10 anni, uno dei futuri vincitori della borsa! (agg. 23 maggio 2009)


Newsletter della Storia dei Sordi n. 679 del 17 aprile 2009