Iscriviti: Feed RSS

Le Prime Fondazioni di Associazioni Storiche di Torino

Il sodalizio “Gruppo Sportivo Sordoparlanti Torino” ha presentato il bellissimo volume, edito in occasione del 80° anniversario della fondazione del predetto Gruppo avvenuto a Torino nel novembre 2009,realizzato dal Cav. Agostino Randazzo avente per il titolo “Le Prime Fondazioni di Associazioni Storiche di Torino” con ricchissime illustrazioni a colori (pp.74.

“È molto facile per comprendere la lettura e credo che il libro di Randazzo è unico d’Italia, perché nessun’altro è in grado di raccontare facilmente tutta storia questa dello Sport e dell’Ens.” , lo cita il Presidente del GSST Cav.Rag.  Armando Zagatti.

E inoltre il Presidente della Sezione Provinciale ENS di Torino Cav. Rag. Alfonso Chiapparo si congratula con il curatore del libro Randazzo “per il suo lavoro certosino di ricerca e raccolta del materiale storico”.

Autore: Agostino Randazzo
Titolo: Le Prime Fondazioni di Associazioni Storiche di Torino
Torino, 2009, Tip. proprio (Grupo Sportivo Sordoparlanti Torino), pp.80.

Chi desidera avere la copia del predetto volume da scrivere a GSST.

Gruppo Sportivo Sordoparlanti Torino: evoluzione della storiografia

Il Consigliere Onorario del Gruppo Sportivo Sordoparlanti Torino, cav. Agostino Randazzo, ha all’attivo diverse pubblicazioni storiografiche sui sordi torinesi, tra cui «I Sordi personaggi del Pianeta sconosciuto» e «I primi grandi maestri», e altri due libri che raccolgono gli aneddoti sullo Sport silenzioso nel capoluogo piemontese per opera del Gruppo Sportivo Sordoparlanti Torino: «60 anni – Oltre mezzo secolo di sport torinese» e «70 anni di sport». Ora la raccolta storiografica dello sport silenzioso a Torino si sta completando per l’anniversario dell’80° di fondazione del Gruppo Sportivo Sordoparlanti Torino, e l’annuncio di tale evento è stato diffuso a mezzo di un fascicolo in formato Uni, 74 pagine, che elenca «Le prime Fondazioni di Associazioni Storiche di Torino», dove dopo la premessa di Armando Zagatti, attuale presidente del G.S.S.T., e di Alfonso Chiapparo, presidente ENS provinciale, e la presentazione dell’autore, Agostino Randazzo, il fascicolo contiene un ampio grafico che parte dal 1880 con il Circolo dell’Istituto per Sordomuti «Assarotti» e attraverso varie trasformazioni arriva agli anni attuali e all’ENS Provinciale con le sue strutture torinesi, il Circolo «Cav.Giuseppe Granaglia», l’Associazione Paolo Basso «Terza Età Silenziosi Torino» e il «Gruppo Sportivo Sordoparlanti Torino», che svolgono ciascuno un’attività specifica, ma anche opportunamente sincronizzata nell’interesse di tutti i sordi e delle varie fasce di età.

Preceduti da una appassionata poesia scritta nel 1880 dal sordomuto Bollier Enrico d’Orgen (A voce che consoli/A canto d’usignuoli./Al gemito d’un rio/Chiuso è l’orecchio mio./Dell’anima i misteri/della mente i pensieri./Qualunque mio desire/il labbro non può dire./Ma quanto è bello intorno/quanto fa il mondo adorno./Da la pupilla al core/pace reca ed amore.), il fascicolo è da scorrere con lo sguardo estasiato e parte da «I ricordi della nostra storia dei sordomuti di Torino e provincia» (per non dimenticare i pionieri sordi torinesi, cita Randazzo) e classificando poi gli eventi che hanno permesso di smantellare antiche, anche terribili consuetudini ed errate credenze, raccontate in successione da ben 390 rettangolini che sintetizzano la storiografia dei sordi e dell’ENS, non solo in Piemonte, ma nell’Italia intera dopo la nascita dell’Ente Nazionale Sordi e il suo cammino che ha permesso di smantellare uno a uno gli antichi pregiudizi e quasi tutte le «barriere della comunicazione», per cui, com’è sottolineato nel 386° triangolino «Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”», ed essere tutti uniti con amicizia e «Arrivederci» prospettato ai prossimi eventi.

Marco Luè – rc124