Iscriviti: Feed RSS

Accertamenti sanitari di invalidità, cecità, sordità e handicap. Nuova disciplina

La nuova disciplina dettata dall’art. 20 del D.L. n. 78/2009 (conv. in legge n. 102/2009), in materia di attribuzione delle citate provvidenze, introduce delle importanti innovazioni sia sul piano procedurale che su quello giudiziario, sostanzialmente assegnando all’INPS il ruolo di unico referente e soggetto responsabile in ordine al riconoscimento dei benefici di legge.

Come e’ noto, l’art. 20 del citato decreto legge prevede che “a decorrere dal l° gennaio 2010, ai fini degli accertamenti sanitari di invalidità civile, cecità civile, sordità civile ed handicap le Commissioni mediche delle Aziende sanitarie locali sono integrate da un medico INPS quale componente effettivo. In ogni caso l’accertamento definitivo e’ effettuato dall’INPS”.

Le domande volte ad ottenere i benefici di cui sopra “… complete della certificazione medica attestante la natura delle infermità invalidanti, sono presentate all’INPS, secondo modalità stabilite dall’ente medesimo. L’Istituto trasmette, in tempo reale ed in via telematica, le domande alle Aziende sanitarie locali” (così l’art. 1, comma. 3, D.L. cit.).

L’INPS con determinazione 189 del 20 Ottobre 2009 ha descritto il nuovo flusso organizzativo e procedurale, indicando le modalità di presentazione telematica e gestione delle relative domande, nonché di convocazione a visita e stesura dei verbali.

In sintesi a decorrere dal 1° gennaio 2010, il processo di erogazione delle prestazioni agli invalidi civili sarà qualificato dai seguenti elementi di novità:

– la”scheda di segnalazione”che verrà  compilata on line dal medico certificatore. Se necessario il certificato in forma cartacea può essere acquisito e trasmesso da altro soggetto autorizzato (medico dell’ente di patronato o di altri soggetti abilitati).
– anche la sezione “domanda” è compilata on line, previo abbinamento con il certificato precedentemente acquisito.
– completata la connessione tra i due moduli (certificato e sezione domanda), il sistema consente l’inoltro all’INPS. Il sistema fornisce l’avviso di avvenuta ricezione e successivamente i riferimenti di convocazione a visita (proposta di luogo data e orario). Il richiedente, a sua volta , può disporre di una funzione abilitata alla modifica della data di visita, entro i limiti temporali proposti dalla procedura.
– in fase di accertamento sanitario, la composizione delle Commissioni ASL è integrata dalla presenza di un medico dell’INPS
– i verbali sanitari sono redatti in formato elettronico, a disposizione degli uffici amministrativi per gli adempimenti conseguenti.
– i riconoscimenti con giudizio unanime danno luogo all’immediata verifica dei requisiti socio economici, contenendo al massimo i tempi di concessione, fatto salvo il diritto di verifica sanitaria sempre vigente.
– i riconoscimenti (e i mancati riconoscimenti) a maggioranza generano l’esame agli atti e l’eventuale disposizione di una nuova visita. In ogni caso, la razionalizzazione del flusso procedurale tende a contenere i tempi dell’eventuale concessione entro il tempo soglia di quattro mesi.
– la Commissione Medica Superiore effettua il monitoraggio complessivo dei verbali e ha facoltà di estrarre posizioni da sottoporre ad ulteriori accertamenti (sia agli atti, sia con disposizione di nuova visita).
– l’Istituto diventa unica parte nell’ambito del contenziosi. Nel caso in cui un giudice nomini un consulente tecnico, alle operazioni peritali dovrà obbligatoriamente presenziare un medico INPS.

——————————————————————————–

 

Modalità di presentazione della domanda di Invalidità Civile dall’1.1.2010

A decorrere dall’1.1.2010 le domande per il riconoscimento dello stato di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità, complete della certificazione medica attestante la natura delle infermità invalidanti, sono presentate all’INPS esclusivamente per via telematica

1. Il cittadino si reca dal medico certificatore. La “certificazione medica” può essere compilata dal medico solo on line, sul sito internet dell’istituto www.inps.it. Il medico, dopo l’invio telematico del certificato, consegna al cittadino la stampa firmata, che dovrà essere esibita all’atto della visita, e la ricevuta di trasmissione con il numero di certificato.
L’elenco dei medici certificatori accreditati, in possesso di PIN è pubblicato sul sito INTERNET.

2. Il cittadino, in possesso del PIN, compila la “domanda” esclusivamente on line collegandosi sul sito internet dell’INPS www.inps.it e abbina il numero di certificato indicato sulla ricevuta di trasmissione rilasciata dal medico certificatore entro il termine massimo di trenta giorni.

3. La domanda e il certificato abbinato sono trasmessi all’INPS telematicamente. L’avvenuta ricezione della domanda è attestata dalla ricevuta rilasciata dalla stessa procedura. L’Inps trasmette telematicamente la domanda alla ASL.

La domanda può essere presentata anche tramite i Patronati, le Associazioni di categoria o gli altri soggetti abilitati

Se sei cittdino

Se sei medico

Circolare INPS n. 131 del 28 diembre 2009

Circolare INPS n. 132 del 29 dicembre 2009

Visualizza il pps “visitainps2010”

——————————————————————————–

Invalidità civile 2010 – Rilascio procedure informatiche

Con riferimento a quanto indicato nella circolare 131 del 28/12/2009 per la gestione del nuovo processo dell’invalidità civile si comunica il rilascio delle seguenti procedure sul sito Internet www.inps.it:

–   acquisizione online del certificato medico attestante le patologie invalidanti per i medici certificatori
–   acquisizione delle domande di invalidità civile, cecità civile, sordità, handicap e disabilità per il cittadino
–   acquisizione delle domande di invalidità civile, cecità civile, sordità, handicap e disabilità per i Patronati ed Associazioni di categoria
–   acquisizione dei dati per la gestione dell’agenda appuntamenti per il personale delle ASL

Acquisizione online del certificato medico attestante le patologie invalidanti per i medici certificatori

La procedura è disponibile sul sito www.inps.it nella sezione servizi online (“Per tipologia di utente – Medici Certificatori”). Tramite questa applicazione il medico certificatore potrà acquisire il certificato attestante le patologie invalidanti, acquisire il certificato di intrasportabilità, visualizzare i certificati prodotti e stamparli. L’accesso  all’applicazione è tramite PIN per il cui  rilascio si rimanda al messaggio 29389 del 16/12/2009.

Si precisa che per i medici che richiedano un PIN per l’utilizzo di tale procedura e che siano già in possesso di un PIN con profilo ‘cittadino’ sarà necessaria la  revoca del PIN con tale profilo e procedere successivamente all’assegnazione di quello nuovo con profilo di medico certificatore. Dopo l’assegnazione si dovrà  aggiungere nella lista dei servizi autorizzati anche il servizio di estratto contributivo al fine di conservare per il medico stesso la possibilità di consultare il proprio estratto contributivo.

Acquisizione on-line delle domande di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità per il cittadino

La procedura è disponibile sul sito www.inps.it nella sezione servizi online (“Per tipologia di utente – Cittadino”), alla voce “Domanda di invalidità civile” e prevede l’autenticazione mediante PIN. Tramite questa applicazione il cittadino potrà acquisire la propria domanda di invalidità civile, cecità civile, sordità, handicap e disabilità, abbinando alla domanda il certificato medico – precedentemente acquisito dal medico certificatore – attestante le patologie invalidanti.   Il rilascio del PIN segue le consuete modalità di richiesta e rilascio, cioè attraverso internet o tramite Contact Center.

Acquisizione delle domande di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità per i patronati

La procedura è disponibile sul sito www.inps.it nella sezione servizi online (“Per tipologia di utente – Patronati”), alla voce “Servizi per i patronati – Servizi – Domande – Invalidità Civile”.
L’accesso avviene attraverso le consuete procedure di autenticazione riservate ai Patronati.

Tramite questa applicazione i Patronati potranno  acquisire le domande di invalidità civile, cecità civile, sordità, handicap e disabilità, abbinando alla domanda il certificato medico attestante le patologie invalidanti, che deve essere stato precedentemente acquisito dal medico certificatore.

Per tale tipologia di utenza, la procedura prevede una componente funzionale ‘off-line’  per l’acquisizione delle domande ed un’ulteriore componente  ‘on-line’ per la trasmissione all’INPS delle domande acquisite e la gestione delle ricevute.

Acquisizione delle domande di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità per le Associazioni di categoria
La procedura, disponibile sul sito www.inps.it nella sezione servizi online (“Per tipologia di utente Associazione di Categoria”) alla voce “Domanda di invalidità civile”,   prevede l’autenticazione mediante PIN che i Presidenti della strutture provinciali dell’ANMIC, dell’UIC, dell’ENS e dell’ANFFAS o persona da loro delegata potranno richiedere presso le Sedi INPS.
Tramite questa applicazione le Associazioni di categoria dei disabili  potranno acquisire le domande di invalidità civile, cecità civile, sordità, handicap e disabilità, abbinando alla domanda il certificato medico attestante le patologie invalidanti, che deve essere stato precedentemente acquisito dal medico certificatore.

Acquisizione dei dati per la gestione dell’agenda appuntamenti per il personale delle ASL

La procedura è disponibile sul sito www.inps.it nella sezione servizi online (alla voce “Invalidità civile”) e prevede l’autenticazione mediante PIN.
Tramite questa applicazione il personale medico ed amministrativo della ASL potrà acquisire i dati delle commissioni e del calendario per la gestione dell’agenda appuntamenti oltrechè  visualizzare l’elenco delle domande di propria competenza presentate all’INPS.

Per il rilascio del PIN per il personale medico e amministrativo della ASL si rimanda al  messaggio 0030342 del 30/12/2009.

INPS Messaggo n. 30401 del 31 dicembre 2009

Nuovo processo dell’Invalidità civile – Rilascio PIN alle ASL

Con la pubblicazione della circolare 131 del 28 dicembre scorso è stato descritto, negli aspetti organizzativi e procedurali,  il nuovo processo di riconoscimento dei benefici in materia di invalidità civile, di cui all’articolo 20 del D.L. n.78/2009 convertito con modificazioni nella Legge 102 del 3 agosto 2009; gli aspetti organizzativi e procedurali indicati sono stati definiti con l’obiettivo di realizzare la gestione coordinata delle fasi amministrative e sanitarie, finalizzata ad una generale contrazione dei tempi di attraversamento del processo di erogazione delle prestazioni.

Nell’ambito del processo è molto importante curare tutte le fasi di raccordo tra la presentazione della domanda e la gestione della stessa per la fase di accertamento dei requisiti sanitari presso la Commissione Medica integrata; in tale fase intervengono direttamente le ASL – tramite le Commissioni Mediche,  come illustrato nella circolare – per la parte che riguarda la gestione del calendario visite, la prenotazione della visita e degli ambulatori, la compilazione del verbale ecc..

Le attività citate, svolte  dalle ASL, sono integrate nella procedura di presentazione e gestione delle domande di invalidità civile (INVCIV2010); conseguentemente, gli utenti ASL dovranno essere abilitati alle funzioni secondo i livelli di responsabilità e le funzioni svolte.

Al riguardo, le ASL possono richiedere all’INPS due diversi tipi di PIN:
– PIN per il responsabile amministrativo della ASL (con questa autorizzazione è possibile inserire gli ambulatori, le commissioni e i calendari)
– PIN per il Presidente, ed i Medici componenti, la Commissione Medica Integrata (con questa autorizzazione è possibile inserire gli ambulatori, le commissioni, i calendari ed acquisire i verbali sanitari)
Per ottenere il PIN la ASL deve seguire i seguenti passi:
• download del modulo di richiesta “richiestaPinElenco.doc” che andrà compilato e sottoscritto dal rappresentante legale dell’Ente con l’elenco dei funzionari amministrativi o medici della commissione integrata ai quali rilasciare il PIN;
• download del modulo di richiesta individuale “richiestapinindividuale.doc” che andrà completato in ogni sua parte e firmato da ogni funzionario amministrativo o medico richiedente il PIN; nel modulo di richiesta individuale occorrerà indicare, come servizi telematici ai quali si richiede l’accesso, “Invalidità civile – responsabile amministrativo ASL” per i profili amministrativi, “Invalidità civile – responsabile medico commissione integrata” per i profili medici.
• ad ognuno di tali moduli andrà allegata la fotocopia del documento d’identità del relativo sottoscrittore;
• presentazione alla Sede INPS di competenza della richiesta del rappresentante legale corredata di tutti i moduli di richiesta individuali;
• il personale della sede  INPS, dopo aver identificato il latore della richiesta, registrerà le informazioni presenti sui moduli di richiesta individuale ed assegnerà ad ogni nominativo una busta chiusa numerata contenente il PIN;

il personale della Sede INPS riporterà i numeri delle buste sull’elenco dei nominativi rispettando l’associazione Nominativo/Numero Busta; l’elenco così compilato e firmato dal latore per ricevuta sarà consegnato in fotocopia allo stesso unitamente alle buste dei PIN.

Le Direzioni in indirizzo sono invitate a portare quanto sopra a conoscenza delle ASL interessate e a fornire alle stesse ogni utile assistenza.

Si allegano i modelli di richiesta PIN, che in ogni casi saranno resi disponibili sul sito internet dell’Istituto.
Fonte: inps.it

• Allegato N.1
• Allegato N.2

Invalidità civile – procedura Invciv2010.


 

Rilascio nuove funzionalità per la fase amministrativa e sanitaria. Messaggio INPS n. 10752 del 20 aprile 2010

Facendo seguito al messaggio n. 9800 del 12.4.2010 e precedenti, si comunica il rilascio, nella procedura “INVCIV2010 – Gestione invalidità civile: fase amministrativa e sanitaria”, delle seguenti nuove funzionalità:

1)  gestione L. 68/99  : possibilità di acquisire domande senza certificato
2)  gestione delle  riconvocazioni
3)  gestione visite domiciliari
4)  funzioni validazione verbale provvisorio  della CMI da parte del medico inps responsabile CML
5)  gestione “data presentazione” e “data di acquisizione/trasmissione” delle domande
6)  ricezione  dati fase concessoria (mod. AP70) dai patronati

1) Gestione L. 68/99 : per la  gestione del collocamento mirato all’interno della  “Invalidità civile”, è consentito trasmettere per via telematica da parte del cittadino, delle associazioni o dei patronati, o   acquisire da parte della sede, domande senza l’obbligo di indicazione del certificato medico. Nella compilazione della domanda, tuttavia, vanno indicati esplicitamente i riferimenti al riconoscimento sanitario di cui il soggetto è  già beneficiario (asl di appartenenza, percentuale di invalidità, data e numero identificativo del verbale);

2) Gestione delle riconvocazioni: è una funzione ad uso delle asl e delle sedi mediante la quale è possibile  riconvocare i soggetti che, già convocati, non si sono presentati a visita. Per attivare questa funzione occorre selezionare dal  menu principale l’entry “riconvocazioni”. Si raccomanda di attivare tale funzione solo dopo aver segnalato  i soggetti che alla prima convocazione di visita sono risultati assenti. Tale segnalazione deve essere effettuata  nell’ambito delle sedute (entry “sedute”, selezione ambulatorio, selezione commissione, selezione seduta, cliccare sulla colonna “assenti a visita”).
La riconvocazione è possibile solo in presenza di una disponibilità di un calendario  e di un appuntamento di visita libero per quell’ambulatorio. Per consentire flessibilità nella gestione delle riconvocazioni, la procedura non pone vincoli temporali. E’ demandata all’organizzazione locale di ciascuna ASL programmare opportunamente la data della nuova visita;

3) gestione visite domiciliari: consente di pianificare le visite presso la residenza/domicilio  dell’interessato, qualora sia stato acquisito un certificato di intrasportabilità o dichiarata la condizione di intrasportabilità nel certificato introduttivo. Tale funzione è attivabile dall’entry “domande”, selezione “domiciliari”. Individuato il soggetto, selezionare “dettaglio” e, dopo avere visualizzato eventualmente il certificato,  cliccare su “approva intrasportabilità e assegna visita domiciliare”, introducendo la data , l’ora e l’ambulatorio; premere, infine, il tasto “assegna domiciliare”. Una volta programmate le visite domiciliari, è possibile gestire le singole visite definite “domiciliari” dall’entry “sedute”; dopo aver selezionato l’ambulatorio, la commissione, la seduta, cliccare sul tasto “mostra visite domiciliari”.
Ovviamente, qualora il presidente della CMI non ritenga valide le motivazioni per l’intrasportabilità e non intenda  accogliere  la richiesta di visita domiciliare, dovrà  cliccare su “rifiuta intrasportabilità”; in tal caso, il soggetto sarà inserito automaticamente nella lista delle posizioni da convocare  presso l’ambulatorio; la convocazione quindi deve essere programmata mediante la  consueta funzione assegna-visite;

4) funzione validazione del verbale provvisorio CMI: consente al medico Inps responsabile del CML di validare i verbali provenienti dalle commissioni mediche integrate – CMI; nel menù principale, è stata inserita la voce “validazione inps” attraverso la quale è possibile consultare due liste di tutti i verbali definiti dalla CMI con esito positivo;  la prima lista si riferisce ai verbali approvati all’unanimità e la seconda ai verbali approvati a maggioranza. La funzione “elenchi verbali esaminati” mostra, invece, le posizioni già esaminate.
Da ciascuno dei due elenchi citati e  per ciascun verbale, il responsabile-CML ha la possibilità di confermare (valida) il giudizio CMI, di sospendere per verifica agli atti o di sospendere per visita diretta. Per gli ultimi due casi, sono in corso di rilascio le  funzioni di stampa per  richiedere  alle asl  documentazione integrativa utile per la valutazione;
la funzione “dettaglio” consente di consultare il contenuto del verbale provvisorio CMI;

5) è stata introdotta nella gestione completa della procedura una differenziazione tra la “data di acquisizione” e la “data di presentazione” sia delle domande che dei certificati. Ovviamente questa differenziazione non ha ragione di esistere per la documentazione telematica in quanto le due date coincidono; viceversa, è importante per le domande e i certificati pervenuti alle sedi in formato cartaceo perché preserva la decorrenza della eventuale prestazione (data presentazione della domanda) e della validità del certificato (data presentazione); la “data di acquisizione”, invece, si riferisce al giorno in cui effettivamente la sede ha acquisito  il documento nella procedura invciv2010;

6) ricezione  dati fase concessoria con i patronati (mod. AP70)
per le Regioni dove l’Inps assolve alle funzioni di ente concessore e dispone del potere concessorio, all’interno del portale dei patronati sono state aggiunte le funzioni per la trasmissione dei dati di autocertificazione di tipo  amministrativo e reddituale (modello AP70) del richiedente.
I Patronati possono consultare le domande da loro patrocinate e per le quali c’e’ stato un riconoscimento  sanitario che potrebbe dare luogo ad una prestazione economica. In ogni caso, un cittadino puo’  rivolgersi ad un qualsiasi patronato per la gestione della fase concessoria; il Patronato ha la possibilità di trasmettere i dati del modello AP70 per qualsiasi domanda di prestazione di cui conosce il numero domus oltre che il codice fiscale del soggetto richiedente.

E’ in corso di rilascio analoga funzione per la trasmissione del modello AP70 da parte del cittadino via internet;

E in corso, altresì, di rilascio  una funzione intranet, utile per la consultazione dei dati pervenuti e riferiti al modello AP70  e per lo sviluppo della fase concessoria;  tale funzione consentirà  il transito dei dati nel sistema WEBDOM propedeutico alla  deliberazione definitiva della prestazione di cui il soggetto potrà beneficiare.

E’ in corso di aggiornamento il manuale operativo presente nella procedura con un maggiore dettaglio descrittivo e operativo sulle funzioni che con il presente messaggio si rilasciano.
IL DIRETTORE CENTRALE
G. BLANDAMURA


 

INPS
Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici
Messaggio n. 12565 del 10 maggio 2010

Invalidità civile – Procedura INVCIV2010. Rilascio nuove funzionalità.

Con riferimento alla procedura di cui all’oggetto e facendo seguito al messaggio n. 010752 del 20.4.2010 e  n. 9800 del 12.4.2010 e precedenti, si comunica il rilascio delle seguenti nuove funzionalità:

1) per i responsabili CML, in aggiunta alle funzioni di validazione già disponibili per i verbali provenienti dalle ASL-CMI, sono state rilasciate ulteriori funzioni per la verifica agli atti e per la gestione della visita diretta;

2) per i Patronati è resa disponibile la funzione  per la consultazione dei verbali (in forma omissis) per i soggetti da loro patrocinati e per i quali la fase sanitaria si è conclusa con esito positivo;

3) per le Sedi (ove l’INPS è ente concessore)  è resa disponibile la consultazione dei modelli AP70 relativi alla fase concessoria trasmessi dai patronati; ovviamente sono presenti i modelli AP70  per quei soggetti per i quali l’accertamento sanitario si è chiuso con esito positivo e per i  quali i Patronati hanno acquisito le informazioni del modello AP70;

4) per le Sedi (ove l’INPS è ente concessore) è resa disponibile la funzione per la valutazione della concessione e per l’individuazione del codice prodotto e per la scrittura su webdom della domanda, utile per la successiva liquidazione della prestazione;

5) per i medici certificatori, è stata rilasciata la procedura stand-alone direttamente scaricabile dal sito, utile per l’acquisizione del certificato medico in modalità off-line;

Procedura“INVCIV2010 – Gestione invalidità civile: fase amministrativa e sanitaria”

Verifica interna medico inps: Stampe richieste fascicoli alle Asl
La funzione consente la stampa della richiesta di documentazione alla ASL per i verbali già sospesi per verifica agli atti o per visita diretta. Il responsabile CML accedendo al menu “Validazione Inps” “Ricerca” specificando alcuni criteri di ricerca può visualizzare l’elenco dei verbali sospesi per verifica agli atti o per visita diretta. Un apposito tasto funzionale di Stampa consentirà la generazione di un pdf con l’elenco dei verbali risultanti dalla selezione. Tale pdf dovrà essere stampato e fatto recapitare alla ASL per la richiesta dei fascicoli utili al Responsabile CML per il proseguimento della sua operazione di verifica sui verbali sospesi.

Verifica interna medico inps: Stampe elenco verbali esaminat
La funzione consente la stampa dell’elenco dei verbali che sono stati esaminati per la Validazione Inps. Il responsabile CML accedendo al menu “Validazione Inps” “Ricerca” specificando alcuni criteri di ricerca può visualizzare l’elenco dei verbali validati, sospesi per verifica agli atti o per visita diretta. Un apposito tasto funzionale di Stampa consentirà la generazione di un pdf con l’elenco dei verbali risultanti dalla selezione.

Procedura “INVCIV2010 – Acquisizione domande per i Patronati
E’ resa disponibile per i Patronati la funzione  per la consultazione dei verbali (in forma omissis) per i soggetti da loro patrocinati e per i quali la fase sanitaria si è conclusa. Il verbale viene visualizzato in formato pdf.

Procedura “INVCIV2010 – Gestione invalidità civile: fase concessoria” (per le sedi ove l’Inps è ente concessore)
Viene rilasciata una nuova procedura  per la consultazione dei dati pervenuti e riferiti al modello AP70 e per lo sviluppo della fase concessoria;  tale funzione è utile per la valutazione della concessione, per il transito dei dati nel sistema WEBDOM e per  la  deliberazione definitiva della prestazione di cui il soggetto potrà beneficiare. La valutazione della prestazione da assegnare al cittadino, dovrà essere effettuata dalle sedi sulla base di quanto contenuto nel verbale elettronico definitivo e sulla base della valutazione da effettuare sui dati del modello AP70.
Gli utenti autorizzati alla procedura dovranno essere configurati tramite il sistema di autenticazione IDM. La procedura è presente sul sito intranet, “assicurato-pensionato”, “invalidità-civile”, entry “gestione invalidità civile: fase concessoria”.

La procedura  consente all’operatore udp autorizzato di visualizzare la lista dei nominativi di competenza della propria sede e per i quali è stato trasmesso il modello AP70 con i dati necessari per la definizione della fase concessoria.

Per ogni nominativo vengono visualizzati i dati relativi a:
– cognome
– nome
– codice fiscale
– numero domus
– protocollo
– data presentazione
– pdf del verbale omissis
– pdf dati AP70

L’operatore dopo aver valutato la concessione, deve trasferire   su WEBDOM i dati della domanda nel caso in cui, sulla base dei dati del modello AP70, venga riconosciuto il diritto ad una prestazione economica. L’operatore deve specificare obbligatoriamente il codice prodotto della prestazione che dovrà  essere successivamente liquidata e, tramite un tasto funzionale, confermare il transito dei dati della domanda su WEBDOM. La liquidazione della prestazione dovrà essere effettuata con le procedure che già sono in uso presso le sedi, con la differenza che la maggior parte dei dati saranno già stati precaricati sugli archivi di webdom; l’operatore deve quindi acquisire solo i dati mancanti. Con le procedure di liquidazione verrà comunicato all’interessato il tipo di prestazione riconosciuta e liquidata (mod. TE08).

Procedura “INVCIV2010 – Acquisizione certificato medico introduttivo”
Procedura stand-alone per l’acquisizione del certificato medico
Si rilascia una procedura stand-alone, scaricabile dal sito,  mediante la quale il medico certificatore potrà compilare il certificato in locale sul proprio computer e trasferirlo, successivamente, ai sistemi dell’Istituto tramite la funzione di upload, già rilasciata con il messaggio n.10578 del 19/04/2010.
Il medico dovrà preventivamente scaricare l’applicazione stand alone dal sito dell’Istituto e installarla sul proprio computer.
La procedura consentirà la compilazione del certificato medico in tutti i suoi dati e, dopo la conferma definitiva, genererà un file xml in locale con i dati del certificato stesso. Successivamente sarà possibile trasmettere il certificato medico nel formato xml collegandosi al sito dell’Inps con il proprio PIN e utilizzando la funzione di upload (cfr. msg. n.10578 del 19.4.2010).

Nel download dell’applicazione è stato inserito anche il manuale di installazione e di utilizzo dell’applicazione.
L’applicazione è scaricabile da www.inps.it, “per tipologia di utente”, “medici certificatori”, “certificato medico per il riconoscimento dell’invalidità civile”, dopo aver introdotto codice fiscale e  pin, area-download;
IL DIRETTORE CENTRALE
BLANDAMURA

Invalidità civile. Procedura INVCIV2010. Rilascio nuove funzionalità.  Messaggio INPS n. 28110 del 9 novembre 2010

AI DIRIGENTI CENTRALI E PERIFERICI

Con riferimento alla procedura di cui all’oggetto si comunica il rilascio delle seguenti nuove funzionalità:

1)Acquisizione verbale di visita diretta Inps in presenza di verbale ASL telematico
La funzione di compilazione del verbale di visita diretta da parte del medico INPS, là ove già presente in archivio il verbale-ASL, già in produzione per l’invalidità civile per la cecità e per la sordità, è stata estesa anche per le prestazioni di handicap e disabilità.
Dalla voce di menù “Verbali Inps” “Acquisizione Verbale”, a fronte della chiave di ricerca numero domus o il codice fiscale verranno visualizzati i seguenti dati:

•    Numero Univoco Verbale (ASL) con la possibilità di vederne il dettaglio tramite un tasto funzionale Dettaglio
•    Cognome, Nome, Codice Fiscale, Stato della domanda

Il tasto funzionale compila verbale inps consentirà all’utente:

•    la selezione della commissione di visita
•    la compilazione della data e ora di visita
•    la compilazione di tutti i dati del verbale visita diretta. Il verbale conterrà gli stessi campi del verbale di visita ASL.

Al termine della compilazione in base al giudizio medico legale il verbale potrà essere chiuso nelle seguenti modalità:

1. definitivamente e reso perciò disponibile per la successiva validazione da parte della CMS
2. provvisoriamente, nel senso che i dati inseriti saranno salvati in modo provvisorio.

2) Acquisizione verbale di visita diretta Inps anche in assenza del verbale ASL telematico.

E’ consentita la compilazione del verbale di visita diretta Inps per quei nominativi che risultino già sospesi per visita diretta. La funzione consente la compilazione dei verbali di visita per invalidità civile, cecità, sordità, handicap e disabilità.

Dalla voce di menù “Verbali Inps” “Acquisizione da Domande” a fronte del soggetto specificato o del numero domus della domanda, vengono visualizzati i seguenti dati:
•    Cognome, Nome, Codice Fiscale, Stato della domanda

Il tasto funzionale compila verbale inps consentirà all’utente:
•    la selezione della commissione di visita
•    la compilazione della data e ora di visita
•    la compilazione di tutti i dati del verbale di visita diretta.

Al termine della compilazione in base al giudizio medico legale il verbale potrà essere chiuso nelle seguenti modalità:

1. definitivamente e reso perciò disponibile per la successiva validazione da parte della CMS
2. provvisoriamente, nel senso che i dati inseriti saranno salvati in modo provvisorio.

3) Compilazione verbale agli atti
Qualora il CML ritenga di esprimere il proprio giudizio medico-legale senza la necessità di fare una visita diretta e solo sulla base del verbale ASL, deve obbligatoriamente acquisire un verbale denominato “agli atti”.

Il verbale “agli atti” contiene gli stessi campi del verbale di visita ASL eccetto i campi:
•    Dati anamnestici
•    Esame obiettivo
•    Accertamenti disposti;
•    Attività lavorativa;
•    Documento di riconoscimento

ovviamente rispetto al verbale ASL, al posto del campo “Data Visita” occorre compilare il campo “Data Accertamento”, mentre il “Tipo Accertamento” non deve essere compilato e il sistema attribuisce in automatico il valore preimpostato “SU ATTI”.

Il verbale agli atti viene precaricato inoltre con i dati della domanda (anagrafica, data presentazione, tipo richiesta…) e la data della visita ASL.

4) Funzione di consultazione dei verbali segnalati dalla CMS alla CML
Viene rilasciata una nuova funzionalità per il profilo “Responsabile CML” selezionabile dalla voce di menù “Segnalazione CMS” dalla quale è possibile visualizzare l’elenco delle domande segnalate dalla CMS al CML.

L’interfaccia propone di filtrare i risultati sulla base di:
•    Cap-Comune referente alla CML
•    Codice Fiscale
•    Cognome e nome
•    Numero domus

I risultati ottenuti mostrano le informazioni relative a:
•    Anagrafica
•    Domanda
•    Verbale
•    Note

5) Estensione validità certificato medico introduttivo.
Viene estesa a 90 giorni la validità del certificato medico introduttivo per l’abbinamento alla domanda.
Tale estensione viene applicata in automatico anche ai certificati presenti nella procedura INVCIV2010 che, alla data di pubblicazione del presente messaggio, non risultino scaduti e non siano stati ancora abbinati a domanda.

6) Funzione acquisizione domande di revisione
Viene rilasciata per il Cittadino, le Sedi, le Asl, i Patronati e le Associazioni di categoria la funzione di acquisizione di una domanda di revisione. Per le domande di revisione non è obbligatorio l’abbinamento con un certificato medico introduttivo; tuttavia, devono essere specificati la data della revisione, la data e il numero del verbale di visita del riconoscimento.

7) Verbali pazienti oncologici e legge 104/1992
In attesa che entri a regime il sistema di acquisizione dei verbali da parte un soggetto esterno all’Istituto, le sedi provvederanno con le consuete modalità a rilasciare i verbali stessi ai soggetti interessati.

IL Direttore generale Nori