Iscriviti: Feed RSS

In ricordo di Raffaele Vicari, Educatore Sordo.

In ricordo di Raffaele Vicari, Educatore Sordo. Vicari nacque a Rosora (Ancona), il 15 novembre 1868 e divenne sordo a sette anni di età.  Fu allievo di don Cesare Gualandi, fratello di don Giuseppe, Fondatore dell’Opera  degli Istituti Gualandi e della Congregazione “Piccola Missione per i Sordomuti “.

Nel 1888 Don Giuseppe Gualandi incaricò Vicari di insegnare disegno e calligrafia presso l’Istituto per sordomuti di Via Nosadella, a Bologna. Raffaele Vicari è ricordato come uno dei primi e pochissimi educatori sordi italiani assunti dopo il “famoso” Congresso di Milano del 1880, con cui si era sentenziato di non incaricare all’insegnamento i sordi.

Il Vicari fu Maestro, per i confratelli sordi, per ben 50 anni, applicandosi con profonda dedizione, e in quel lungo periodo educò diverse generazioni di sordi, moltissimi lo ricordarono con affettuosa simpatia, per loro era stato, oltre che insegnante, anche come un amico e un padre affettuoso, paziente e comprensivo.

Egli partecipò alla vita dei sordi con i quali fondò, nel 1919, l’Associazione di Mutuo Soccorso fra i sordomuti dell’Emilia a Bologna , e fu il primo presidente della medesima, e  uno dei fautori del movimento dei Sordi italiani.

Nel 1958 l’Ente Nazionale Sordi gli conferì l’attestato di benemerenza associativa e una medaglia d’oro di riconoscenza per la sua modesta, ma assai utile operosità a favore dei sordi, nella scuola e nel campo sociale.

Raffaele è morto  a Bologna il 28 ottobre 1960.

Franco Zatini