Iscriviti: Feed RSS

Ricordiamo l’artista Sordo Alessandro Girondelli di Firenze

L’artista sordo. Alessandro Girondelli, di origini ignote, nacque a Firenze e fu istruito e seguito dall’Istituto “Innocenti” (orfanotrofio dello spedale  fiorentino di Santa Maria degli Innocenti), dove essendosi accorti che Alessandro non udiva, lo indirizzarono verso la scuola speciale “Gualandi”.

All’Istituto Gualandi di Firenze, il Girondelli completò gli studi dell’obbligo e apprese pure il mestiere dell’arte del legno e della pittura, poi continuando a collaborare, sempre al Gualandi, con il maestro di falegnameria e diventando lui stesso insegnante di intaglio del legno per gli allievi dell’Istituto.

Egli costruì pure, sempre in legno, numerosi cimeli artistici di alta manifattura e lampadari di legno con bellissime decorazioni, qualche mobile e  tavolini di pregio.

 

Girondelli si affermò anche nella pittura, firmando le sue opere con lo pseudonimo  “Gira”,  e pure in quest’arte rivelò doti artistiche, ben apprezzate da tanti sordi ex alunni del Gualandi (Firenze – Bologna – Roma – Giulianova), mentre la Fondazione “Gualandi” – a favore dei sordi Onlus –  conserva, nella sua filiale di Firenze, diverse opere del Girondelli.

Alessandro era di salute cagionevole e soffrì  anche per il fatto che non ebbe mai una famiglia che lo accudisse, ma si dedicò con caparbietà e passione alla attività artistica.

Morì a Firenze nel 1968, aveva 26 anni e ancora oggi molti sordi che lo conobbero lo ricordano con ammirazione e affetto. Le sue spoglie sono depositate nell’ossario comunale del cimitero “Pino” a Firenze.

Franco Zatini – nw130

Ecco la riproduzione di due quadri eseguiti dal Girondelli: