Iscriviti: Feed RSS

L’Osservatorio per l’integrazione scolastica

Alunni con disabilità in crescita nel 2012/13: in classe circa 195 mila. Crescerà ancora, nell’anno accademico 2012-13, il numero degli alunni con disabilità e quello degli insegnanti di sostegno.

La proiezione è del mensile Tuttoscuola, che alla ripresa delle attività scolastiche dopo le vacanze di Natale e alla vigilia, ormai prossima, delle iscrizioni: entro il 20 febbraio chi dovrà cominciare il prossimo anno le elementari, le medie e le superiori dovrà infatti formalizzare la propria scelta. Dal 12 gennaio sarà possibile fare tutte le pratiche on line sul sito del ministero dell’Istruzione che attiverà un apposito servizio web.

Per il prossimo anno scolastico dunque gli inserimenti in scuole statali di ragazzi con disabilità toccherà, secondo una proiezione di Tuttoscuola, quota 195 mila.

Nel 2011-12 sono stati poco più di 191 mila, mentre dieci anni fa, nel 2000-01 erano poco più di 116 mila unità con una popolazione scolastica che complessivamente era sugli stessi livelli attuali. L’incremento nel corso di poco più di un decennio è stato pari ad oltre il 70%.

A fronte di circa 195 alunni disabili inseriti nelle scuole statali – continua Tuttoscuola – saranno nominati circa 97 mila docenti di sostegno, di cui alcune centinaia per effetto di sentenze del Tar. Il rapporto sarà circa di due alunni disabili per ogni docente di sostegno, ma vi saranno regioni nelle quali il rapporto sarà ben più favorevole (Basilicata 1,50; Campania 1,68; Calabria 1,71; Sicilia 1,75) e altre, al contrario, con rapporto molto al di sopra della media nazionale (Lazio 2,38; Lombardia 2,36; Abruzzo 2,29).

Quanto al sistema generale dei docenti di sostegno, Tuttoscuola ricorda come l’obiettivo contenuto nella Finanziaria 2008 di fissare il criterio del 70% di posti di sostegno stabili (di ruolo) sia naufragato di fatto di fronte alla sentenza della Consulta che, stabilendo il diritto degli alunni al sostegno in caso di necessità, ha di fatto riaperto “la corsa ai posti in deroga” da assegnare a docenti di sostegno a tempo determinato.

La situazione attuale è che oggi i posti fissi rappresentano il 64,6% di quelli complessivi, mentre quelli aggiuntivi sforano quota 30% attestandosi al 35,4%. “E’ questa – scrive il mensile – una situazione destinata ad aggravarsi, facendo ritornare il tutto indietro a quattro anni fa”. Per Tuttoscuola “occorrono nuovi criteri per una rinnovata stabilizzazione: esclusa la possibilità di fissare un tetto massimo, potrebbe essere prevista una percentuale determinata di posti stabili da aggiornare annualmente sulla base della popolazione scolastica disabile accertata, secondo criteri predeterminati (storico, media biennio, anno precedente, ecc.)”. Secondo il mensile “è una piccolissima riforma alla quale il nuovo ministro potrebbe pensare, con incidenza di spesa minima: e se dovesse esserci il sì a questa piccola revisione – è la conclusione – si abbia il coraggio di portare all’80-90% la percentuale di posti fissi, anziché mantenerli bloccati ad un 70% che genera anche precarietà”.
Fonte: superabile.it


Insediato l’Osservatorio sulla disabilità
11 gennaio 2012

Dopo tre anni di inerzia, il Ministro Francesco Profumo ha insediato l’Osservatorio permanente per l’integrazione degli alunni con disabilità.

Vi partecipano formalmente anche la FAND, presieduta da Giovanni Pagano, e la FISH presieduta da Pietro Barbieri, le Federazioni che più decisamente hanno insistito per la costituzione dell’Osservatorio.

Per la prima volta hanno partecipato come membri di diritto

– i direttori generali del MIUR competenti in materia, compreso il dipartimento università;

– i rappresentanti del Forum delle famiglie e del Forum degli studenti;

– alcuni docenti in rappresentanza delle scuole di ogni ordine e grado.

L’insediamento dell’Osservatorio ha visto i partecipanti affrontare  nell’immediatezza problemi concreti, con il coordinamento del Sottosegretario Elena Ugolini.

Sentite le questioni urgenti e le proposte avanzate dai rappresentanti delle Associazioni e dai componenti del Comitato Tecnico, il Ministero si è impegnato:

– a realizzare un accordo interistituzionale con i ministeri competenti in materia, per un maggior raccordo delle politiche nazionali in tema di inclusione;

– a rendere operativa la normativa sulla formazione iniziale e sulla formazione in servizio dei docenti curricolari;

– ad avviare in tempi rapidi i nuovi corsi di specializzazione per il sostegno;

– a garantire qualificati corsi di riconversione per i docenti in esubero, che vorranno conseguire la specializzazione per le attività di sostegno.

L’attenzione si è incentrata altresì sulla continuità educativo-didattica, sulla qualità dell’integrazione e sulla trasparenza dei dati.

Il Ministro della Pubblica Istruzione Francesco Profumo

L’Osservatorio sarà riconvocato nel mese di febbraio per rendere immediatamente operative le proposte presentate.

Con l’auspicio che il lavoro dell’Osservatorio potrà avere effetti migliorativi per la qualità dell’integrazione, il Ministro ha annunciato la volontà di celebrare la prossima giornata Internazionale delle Persone con Disabilità alla presenza del Presidente della Repubblica e degli altri ministri; appuntamento che sarà preceduto da iniziative promosse in tutte le scuole, rivolte a studenti, docenti e famiglie in collaborazione con le Associazioni presenti nell’Osservatorio.

Fonte: vita.it


Visualizza i dati sull’integrazione scolastica degli alunni con disabilità nel sistema nazionale di istruzione Anno Scolastico 2010/11