Iscriviti: Feed RSS

Santa Caterina Drexel guarisce anche i Sordi

Santa Caterina (katharine) Drexel guarisce anche i Sordi.

Nel Martirologio Romano, accanto ai santi del 3 marzo, leggiamo:

“A Philadelphia in Pennsylvania negli Stati Uniti d’America, santa Caterina Drexel, vergine, fondatrice della Congregazione delle Suore del Santissimo Sacramento, che utilizzò con generosità e carità i beni dai lei ereditati per l’istruzione e il riscatto degli Indiani e dei neri”.

Santa Caterina Drexel e la sua congregazione – nata a Filadelfia, in Pennsylvania (Usa), il 26 novembre 1858 e morta a  Bensalem Township, in Pennsylvania (USA), il 3 marzo 1955 – Katharine era ricca e aveva speso molto denaro per aiutare i poveri, ma si accorse che i poveri avevano bisogno di altro.

Così durante un’udienza a Roma con papa Leone XIII, al quale Katharine aveva chiesto missionari per alcune missioni tra gli Indiani da lei finanziate, con sua sorpresa, il Papa suggerì che diventasse missionaria lei stessa. Dopo essersi consultata con il suo direttore spirituale, prese la decisione di donarsi totalmente a Dio, insieme con la sua eredità, per un impegno di servizio a tempo pieno.

Educazione religiosa, servizio sociale, visite alle famiglie, negli ospedali, nelle prigioni, facevano parte del ministero di Katharine e delle sue consorelle, le Suore del Santissimo Sacramento da lei fondate nel 1891.

Durante l’intera sua vita S. Caterina Drexel aprì, dotandole di insegnanti e finanziandole direttamente, circa 60 scuole e missioni, specialmente nell’ovest e sud-ovest degli Stati Uniti. L’apice dei suoi sforzi nel campo dell’educazione fu l’erezione, nel 1925, della “Xavier University” nella Louisiana, l’unica istituzione d’istruzione superiore negli Stati Uniti destinata prevalentemente ai cattolici di colore.

Negli ultimi 18 anni della sua vita, Katharine Drexel fu ridotta da una grave malattia ad uno stato di quasi completa immobilità. Durante questo periodo si diede interamente ad una vita di adorazione e di contemplazione così come aveva desiderato sin dalla sua tenera età.

Aveva la bella età di 97 anni, quando il 3 marzo 1955 rese l’anima a Dio.

Alle Suore del Santissimo Sacramento, che continuano oggi il suo apostolato, Katharine ha lasciato una quadruplice eredità:
– il suo amore per l’Eucaristia e lo spirito di preghiera,
– il suo indomito coraggio nell’affrontare le ingiustizie sociali,
– la sua convinzione sull’importanza di offrire a tutti una istruzione di qualità
– il dono totale di se stessa, della sua eredità e di tutti i suoi beni in un servizio disinteressato per coloro che sono vittime dell’ingiustizia.

Le Suore del Santissimo Sacramento sono presenti negli Stati Uniti d’America e ad Haiti. La sede generalizia è a Bensalem, in Pensilvania. Alla fine del 2008 la congregazione contava 157 religiose in 40 case. Le Suore del Santissimo Sacramento per gli Indiani e i Negri (in latino Institutum Sororum a Sanctissimo Sacramento pro Indianis Gentibusque Coloratis, in inglese Sisters of the Blessed Sacrament for Indians and Colored People) sono un Istituto religioso femminile di diritto pontifico, la loro sigla è S.B.S. (Sisters of the Blessed Sacrament).

I DUE MIRACOLI PER LA SUA CANONIZZAZIONE APPROVATI DALLA SACRA CONGREGAZIONE DEI SANTI

Giovanni Paolo II riconobbe l’eroicità delle virtù di Katharine Drexel (1858-1955) il 28-1-1987, la beatificò il 20-11-1988 e la proclamò santa nel 2000.

I miracoli fatti dalla Drexel ci interessano, perché hanno a che fare con la storia dei sordi. Eccoli:

1 – Per la beatificazione di Caterina Drexel, la Chiesa cattolica ha riconosciuto come miracolosa la guarigione di Robert Gutherman, nato ad Andalusia, in Pensilvania, l’11 dicembre 1959, ma cresciuto a Bensalem, a circa un miglio dal convento fondato da suor Caterina Drexel.
A quattordici anni cominciò ad accusare dolori sempre più forti all’orecchio destro, in seguito ai quali fu sottoposto a un intervento di mastoidectomia per curare una otite polipoide.
L’intervento riuscì ma, purtroppo, l’infezione aveva fatto in tempo a distruggere i due ossicini dell’orecchio, chiamati incudine e martello, e Robert aveva perso l’udito dal lato destro.
Mentre era ricoverato in ospedale, e le suore del convento pregavano per ottenere l’intercessione di Caterina, durante la notte riferì di essersi sentito chiamare per nome da una voce femminile, senza però vedere nessuno.
Dimesso il 14 marzo, alla visita di controllo del 1° aprile i medici constatarono increduli che incudine e martello, che si erano in precedenza polverizzati, si erano ricostituiti integri, e Robert aveva riacquistato l’udito.
La Chiesa riconobbe il miracolo e, il 20 novembre 1988, Caterina Drexel fu proclamata beata.

2 – Per la canonizzazione di Caterina, la Chiesa ha riconosciuto come miracolosa la guarigione di Amy Wall. Nata il 9 settembre 1992, nel 1993 le venne diagnosticata una grave ipoacusia bilaterale, che l’aveva resa praticamente sorda.
La madre e i due fratellini (il padre era protestante) pregavano ogni sera suor Caterina, e la madre a volte le accarezzava le orecchie con una reliquia della beata.
Nel marzo 1994, mentre si trovava alla scuola per non udenti, Amy riacquistò improvvisamente l’udito: i medici confermarono la guarigione, inspiegabile per la scienza. Il padre si convertì al cattolicesimo e, il 1° ottobre 2000, la beata Caterina Drexel fu proclamata santa.

P. Vincenzo Di Blasio – nw040 (2012)


INFO:

Visualizza il sito ufficiale delle Suore di Santissimo Sacramento

Visualizza la breve storia di “sisters of the Blessed Sacrament” in versione inglese (da wikipedia)

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini