Iscriviti: Feed RSS

Il Presidente della Repubblica Giovanni Leone e i Sordi

Il Presidente della Repubblica Giovanni Leone e i Sordi
Il Parlamento ha eletto il 6° Presidente della Repubblica Italiana nella persona di Giovanni Leone il 24 dicembre 1971. Si é dimesso il 15 giugno 1978.

Il nuovo Presidente della Repubblica, Giovanni Leone, con il giuramento di fedeltà alla Costituzione pronunciato di fronte alle Camere, è entrato nel pieno possesso dei poteri e delle prerogative connesse all’alta carica.
Nell’On. Leone i Sordomuti Italiani salutano il Capo dello Stato e anche il loro insigne Alto Patrono che continuerà a confortarli nel loro difficile cammino riabilitativo e d’inserimento sociale.
Da queste colonne, mentre rinnoviamo a S.E. Giovanni Leone il reverente augurio di sempre più alte soddisfazioni per l’opera sua, indirizziamo un devoto e commosso ringraziamento all’on. Saragat che sempre ha seguito con particolare sensibilità le vicende sociali dei Sordomuti Italiani.

L’Alto Patronato del nuovo Presidente della Repubblica riconfermato all’ENS. Con vivo compiacimento abbiamo appreso che il Presidente della Repubblica Sen. Giovanni Leone ha confermato l’Alto Patronato all’Ente Nazionale Sordomuti. E’ superfluo dire la soddisfazione che procura a noi tutti questa riconferma da parte della massima Autorità dello Stato. Il Presidente Leone, come i suoi illustri predecessori ha voluto significare la grande importanza sociale dell’ENS che, sotto il suo alto Patronato, prosegue la sua opera feconda e instancabile.
L’On. Luigi Einaudi fin dal 1948 appoggiò la commissione nazionale dei sordomuti che lavorò oer il riconoscimento dei diritti dei sordomuti e per la riorganizzazione della Legge istitutiva dell’ENS.
Il Sen. Giovanni Gronchi incoraggiò lo sviluppo dell’ENS e l’inserimento sociale della categoria silenziosa. Sotto la sua presidenza fu varata la legge 13-03-1058 sul collocamento obbligatorio al lavoro dei Sordomuti.
Il Sen. Antonio Segni seguì con vivo interessamento il progredire dei Sordomuti e cos’ pure il Sen. Giuseppe Saragat, durante il cui settennato fu approvata la legge 482/68, ancora sul collocamento al lavoro e la legge 381/70 sull’aumento del contributo all’ENS.
La notizia che anche il Presidente Giovanni Leone ha voluto concedere il suo Alto Patronato sta a dimostrare la sensibilità e la benevolenza del nuovo Presidente della Repubblica verso la categoria dei Sordomuti.
Interprete dei sentimenti dei Sordi Italiani, l’ENS ringrazia il Presidente Giovanni Leone per aver concesso il suo alto Patronato, nella certezza che anche in questo settennato si raggiungeranno importanti mete per un sempre migliore inserimento dei Sordi nella collettività nazionale.
Fonte: La Settimana del Sordomuto


 

Onorificenza:

13.1.72
Barbara Vito (Trapani). Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica

27.12.73
Nessi Attilio (Trieste). Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica
De Bei Turiddu (Belluno). Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica

14.6.75
Magarotto Cesare (Roma). Medaglia d’oro ai benemeriti della scuola e dell’arte.

27.12.75
Calzolari Angelo
Conte Pietro
Marcioni Manlio

27.12.77
Morini Gian Paolo

 Giovanni Leone Storia dei Sordi