Iscriviti: Feed RSS

Quinto Pedio. Un Mutus nella Roma di Augusto

Quinto Pedio. Un Mutus nella Roma di Augusto. Romanzo scritto da Luigi Mario Bove.
Dalla storia di un piccolo mutus alla riflessione su un antico e delicato problema sociale, il mutismo, in un romanzo scaturito da una citazione di Plinio il Vecchio.

Quinto Pedio, un ragazzo della gens Valeria, muto dalla nascita (individuo “incapace”, senza appello, per le leggi del tempo), cerca di emergere, di sottrarsi all’ineluttabile destino e riscattarsi con la sua capacità artistica, ma… è destinato a soccombere e vedere infrante tutte le sue aspettative.Ne risulta un romanzo di grande impatto emotivo, ambientato in uno scenario di eventi storici straordinari, nello splendore della Roma più grande, la Roma di Augusto, presentata con descrizioni dettagliate e precise di luoghi, abitudini e personaggi noti e meno noti, tra eventi storici, intrighi di corte, passioni.

L’autore, tramite l’unica documentazione della presenza dei sordi nell’antica Roma, si è voluto concedere la possibilità di fantasticare – ma forse non troppo! – su una particolare e suggestiva modalità di comunicazione nel tempo antico, in una società che certamente aveva scarsa considerazione per i problemi dei sordi e in generale degli “incapaci”. L’opera evidenzia i problemi, le angosce e le difficoltà dei non udenti di ogni epoca, ma nel contempo anche le loro potenzialità e aspettative, attraverso il lungo, lento e difficile cammino – di per sé denuncia sociale di una discriminazione – che li ha resi oggi più consapevoli e determinati.

Luigi Mario Bove,
nato nel 1946 a Fontana Liri (FR), in Ciociaria, è rimasto sordo a sei anni per meningite. Terminata la scuola elementare in una classe di udenti, ha frequentato l’Istituto Statale di Roma per sordomuti e si è poi diplomato odontotecnico presso l’Istituto A. Magarotto di Padova. Ha sempre esercitato la professione a Roma. Per circa dieci anni è stato  presidente della sezione ENS (Ente Nazionale Sordi) di Roma, presidente della FISS (Federazione Italiana Sport Silenziosi), vice presidente dell’ANSO (Associazione Nazionale Sordi Odontotecnici).

È socio fondatore della Missione EFFATÀ, che opera in vari Paesi del Terzo Mondo. Ha fondato e diretto un periodico per sordi, VSP (Voci Silenzi Pensieri ) e, oltre a numerosi racconti, ha pubblicato: RELAZIONI E RICERCHE SUL MONDO DEI SORDI (Cantagalli, Siena, 2005), una raccolta delle conferenze da lui tenute in varie parti del mondo, e GLI ULTIMI SALUTI (A.I.N.U. Onlus, Mestre, 2008), una selezione di cartoline usate dai sordi. Notizie su di lui sono presenti nel portale dell’Università “La Sapienza” e nel “Fondo” della Biblioteca Storica nell’Istituto  Statale dei Sordi di Roma. QUINTO PEDIO un  Mutus nella Roma di Augusto è il suo primo romanzo.

La sua passione per la montagna gli ha permesso di scalare le più belle pareti dell’arco alpino, tra le quali il Campanile Basso e il Crozzon sulle Dolomiti del Brenta, lo Spigolo Giallo nelle Tre Cime di Lavaredo, la Delago delle Tre Torri Vajolet, il Cervino, il Monte Bianco, e altre. Oggi vive nella sua casa natale a Fontana Liri (Frosinone).
Fonte: forum2.it

TITOLO: Quinto Pedio. Un Mutus nella Roma di Augusto
AUTORE: Luigi Mario Bove.
Romanzo.
Roma, 2013, Lorenzo Paolini Editore, pp. 326

re164 – 13 giugno 2013

PER SAPERE DI PIU’

Lorenzo Paolini Editore

____________________________________________

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it.
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini