Iscriviti: Feed RSS

Il Consiglio Direttivo visita la scuola Antonio Magarotto di Roma

Il Direttivo ENS visita il Convitto “Antonio Magarotto” di Roma. Il 16 dicembre 2010, i membri del Consiglio Direttivo ENS e il segretario Nazionale Avv. Orietta Leonardi si sono recati, su invito del Rettore, prof.ssa Rosella Puzzuoli, al Convitto per Sordi “Antonio Magarotto” di Roma in Via Casal Lumbroso, per il tradizionale scambio di auguri di Buon Natale e Buon Anno 2011.

Tale ricorrenza è particolarmente sentita sia da parte della Direzione di detto Convitto “Magarotto”, sia da parte del Direttivo ENS, poiché quella istituzione scolastica fu fondata dall’Ente Nazionale Sordi negli anni Cinquanta.

All’incontro hanno presenziato tutti i membri del Consiglio Direttivo ENS, ma un improvviso contrattempo istituzionale presso il Ministero delle Politiche Sociali per l’insediamento dell’Osservatorio Nazionale sulla disabilità,  ha impedito alla Presidente dell’Ente, Grand’Uff. Ida Collu, con suo profondo rammarico, di essere presente a quell’appuntamento cui teneva in modo particolare.

In quell’occasione detti dirigenti ENS hanno potuto visitare il “Museo della Stampa”, realizzato  presso il complesso scolastico “Antonio Magarotto” dove sono conservati, in bell’ordine cronologico,  gli strumenti di lavoro dell’arte grafica nei tempi della scuola di tipografia, allora diretta dallo stesso Antonio Magarotto (1891-1966), e poi da Gino Zorzo, dove in quella scuola si erano stampati diversi libri editi dall’Ente Nazionale Sordomuti e il giornale “La Settimana del Sordomuto (poi “Settimana del Sordo)”, e  in particolare il Direttivo ENS è rimasto particolarmente colpito nel vedere conservato il vessillo con stampato l’emblema “Ente Nazionale Sordomuti – Istituto Professionale Roma”.

È poi seguito il pranzo conviviale nella sala mensa, con numerosi allievi del “Magarotto”, oltre una sessantina, ma anche loro famigliari  che hanno voluto incontrare i dirigenti ENS, e gli educatori e assistenti  nonché collaboratori e dipendenti del Convitto. Il rettore, prof.ssa Rosella Puzzuoli, ha pronunciato un bel discorso di benvenuto agli ospiti, e di ringraziamento a quanti hanno collaborato con lei per realizzare quell’incontro.

Il Vice Presidente ENS, Franco Zatini, ha ringraziato a nome dell’Ente per quell’accoglienza davvero molto gradita, e ha ricordato in sintesi la storia di Antonio Magarotto, primo Rettore del Convitto, e realizzatore della Scuola Professionale ENS, inaugurata negli anni sessanta, e fu poi ceduta allo Stato, per Legge, nel 1978, ma  egli raccomanda di continuare ancora l’opera iniziata dall’ENS per il bene dei sordi e sancire i loro diritti allo Studio e al Lavoro. Zatini ha assicurato che l’ENS contatterà gli allievi attraverso un programma di seminari e incontri per far conoscere meglio la figura di Antonio Magarotto e l’opera istituzionale dell’ENS a favore dei Sordi.

Al termine della cerimonia, Grand’Uff. Nicola Dentamaro, Cav. Sebastiano Manciagli, Cav. Franco Pedrali, Sig. Giuseppe Petrucci e Cav. Angelo Santoro hanno distribuito i panettoni offerti dall’ENS agli allievi del Convitto, scambiandosi saluti di gioia e di buon augurio.

Prima del commiato i Consiglieri Direttivi ENS hanno potuto visitare – profondamente commossi – l’appartamento, sito al 2° piano del Convitto, che avevano a suo tempo occupato l’indimenticabile Presidente ENS Vittorio Ieralla (1903-1982) e il Vice Presidente Francesco Rubino (1907-1979). Purtroppo, quel luogo, è attualmente trascurato, seppure è ancora di proprietà dell’ENS che vorrebbe progettare una adeguata ristrutturazione, per una possibile futura destinazione d’uso di detto appartamento, e anche si dovrebbe risistemare la scritta alquanto danneggiata sulla facciata dell’Istituto che è ben visibile da chi passa sul Raccordo anulare di Casal Lumbroso, dove sta ancora scritto, ma un po’ sbiadito: “Ente Nazionale Sordomuti. Istituto Professionale”.
nw136 (2010)

PER SAPERE DI PIU’
Scuola Antonio Magarotto

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini