Iscriviti: Feed RSS

Senato della Repubblica. La proposta di Legge sui servizi sottotitoli audiovisivi a favore dei sordi

Senato della Repubblica – XVII Legislatura. Disegno di Legge n. 2287, presentato il 16 marzo 2016

Disciplina del cinema, dell’audiovisivo e dello spettacolo e deleghe al Governo per la riforma normativa in materia di attività culturali. Le proposte degli emendamenti contro la discriminazione delle persone che non sentono.

“Considerato che:

– i cittadini italiani sordi e ciechi, non potendo avvalersi di sottotitoli e audiodescrizioni nelle sale cinematografiche per la quasi totalità degli spettacoli, sono soggetti a una grave discriminazione;
– le opere di nazionalità italiana sono sempre sprovviste di sottotitoli;
– i costi per audiodescrivere e sottotitolare un film sono esigui;
– i sottotitoli sono utili per la promozione della lingua italiana e per molti cittadini che non sono madre lingua italiana;
– con l’aumentare dell’età media della popolazione un gruppo consistente di persone hanno problemi d’udito;
– esistono dispositivi atti alla fruizione di sottotitoli e di audiodescrizioni senza interferire con la normale visione dell’opera;
PREMESSO CHE:
L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, con la Convenzione ONU del 2006, ratificata dall’Italia con la legge n. 18 del 3 marzo 2009, sul diritto alle persone con disabilità, riafferma il principio dell’universalità, indivisibilità, interdipendenza e interrelazione di tutti i diritti umani.
Riconosce l’importanza dell’accessibilità all’ambiente fisico, sociale, economico e culturale, alla salute, all’istruzione, all’informazione e alla comunicazione, per permettere alle persone con disabilità di godere pienamente di tutti i diritti umani e delle libertà fondamentali.
La suddetta convenzione nell’ Art. 30 prevede che le persone con disabilità
(a) Godano dell’accesso ai materiali culturali in formati accessibili;
(b) Abbiano accesso a programmi televisivi, film, teatro e altre attività culturali, in forme accessibili;
(c) Abbiano accesso a luoghi di attività culturali, come teatri, musei, cinema, biblioteche e servizi turistici, e, per quanto possibile, abbiano accesso a monumenti e siti importanti per la cultura nazionale.
Il Parlamento Europeo ha approvato la Risoluzione del 28 aprile 2015 sul cinema europeo nell’era digitale (2014/2148(INI)).
Nel capitolo “Promozione, distribuzione transfrontaliera e accessibilità” al punto 9 ribadisce la fondamentale importanza di migliorare ancora l’accessibilità delleopere cinematografiche per le persone disabili, in particolare mediante la descrizione audio e la sottotitolazione.
Nel Code du cinéma et de l’image animée promulgato nel 2009 in Francia e citato nella relazione illustrativa del disegno di legge in oggetto si parla di accessibilità; nello specifico in relazione alle persone con disabilità se ne parla nel Libro II “Professioni e attività” e nella Sezione 3 ‘Aiuti finanziari’ Sotto-sezione 1. Scopo e condizioni di concessione (Section 3. Aides financières sélectives. Sous-section 1. Objet et conditions d’attribution) da cui si evince che gli aiuti finanziari sono dati in considerazione di 4 criteri tra cui (art. 611-24) “Le misure necessarie per la messa in accessibilità alle persone con disabilità”, infatti, tra gli obiettivi a cui gli aiuti possono contribuire per la gestione delle spese, ci sono: “spese tecniche, comprese quelle relative alla sicurezza delle opere e alla loro accessibilità per le persone con disabilità” (Art 612-17). Il concetto è specificato poi nell’articolo 612-26:
“Per gli editori di servizi di media audiovisivi, il sostegno finanziario selettivo per la distribuzione online di un programma di opere cinematografiche o audiovisive è assegnato in considerazione di’ diversi criteri tra cui: ‘L’accessibilità di opere cinematografiche o audiovisive per i sordi e i ciechi’
VISTO CHE:
Il Disegno di Legge in oggetto già prevede:
Titolo I, Art. 1
comma 1“il cinema e l’audiovisivo quali fondamentali mezzi di espressione artistica, di formazione culturale e di comunicazione sociale”;
comma 2 il cinema e l’audiovisivo “attività di interesse generale che contribuiscono alla
definizione dell’identità nazionale e alla crescita civile, culturale ed economica del paese”;
Titolo II Capo1 Art3
f)“favorisce tutte le iniziative idonee alla formazione del pubblico”;
g)”valorizzazione del ruolo delle sale cinematografiche quale momento di fruizione sociale collettiva del prodotto cinematografico”.
SI CHIEDE:
· di vincolare l’attribuzione della nazionalità italiana delle opere alla produzione di sottotitoli per sordi ed audiodescrizione, in lingua italiana, per ciechi. (Titolo II Art. 5);
· di prevedere degli incentivi per le sale che programmino spettacoli con sottotitoli (capo IV Art. 28);
· di prevedere nei decreti attuativi l’introduzione di sanzioni per chi non ottempera ai criteri di accessibilità delle opere (Capo VI Art. 35);
· di esplicitare che il consiglio superiore per il cinema e l’audiovisivo abbia funzioni di vigilanza sull’accessibilità delle opere alle persone disabili, anziane, straniere (Titolo II Art.10).
L’ISTITUTO STATALE per SORDI- Roma ISSR, unico ente dello stato ad occuparsi di sordità, garantisce e implementa l’erogazione di importanti servizi di informazione, consulenza, documentazione, formazione, aggiornamento e ricerca a favore delle persone sorde, dei loro familiari e di tutti gli operatori dei settori socio-educativo e assistenziale direttamente o indirettamente coinvolti nell’ambito della sordità attraverso la Mediavisuale, lo Sportello sulla sordità, l’Area formazione e il Settore ricerca e progettazione.
La COMUNITA’ RADIOTELEVISIVA ITALOFONA ha come obiettivo la valorizzazione della lingua italiana . Costituitasi trenta anni fa, il 3 aprile 1985, quale collaborazione istituzionale tra radiotelevisioni di servizio pubblico : Rai, Rsi, Rtv Koper-Capodistria, Radio Vaticana e San Marino Rtv.
BLINDSIGHT PROJECT – ONLUS PER PERSONE DISABILI SENSORIALI – con sede legale a Roma e iscritta al Registro Volontariato Regione Lazio, è una onlus laica ed apartitica che nasce a Roma a marzo 2006. Attraverso informatica ed internet, numerose iniziative e progetti abbatte già da subito tante barriere sensoriali, le più sconosciute e invisibili, nonché costi e spese inutili, per essere presente ovunque nella rete ed accessibile a tutti.
L’Associazione CULTURABILE Onlus si occupa dal 2010 di disabilità sensoriale, realizzando sottotitoli in pre-registrato per tutti i supporti, sottotitoli in tempo reale per convegni, conferenze, ed eventi live, sovratitoli per il teatro e audiodescrizioni per il cinema, il teatro e l’home video, progetti audiovisivi ed editoriali in lingua dei segni. Da anni segue progetti di accessibilità in partenariato con enti e organizzazioni pubblici e privati.
I.E.R.F.O.P. Onlus (Istituto Europeo per la Ricerca, la Formazione e l’Orientamento Professionale Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale), è un Ente di Formazione Professionale nato per volontà delle principali Associazioni rappresentative di tutte le disabilità (ciechi, sordi, invalidi civili e del lavoro). L’obiettivo primario è l’inserimento e il reinserimento al lavoro delle categorie svantaggiate attraverso attività di formazione volte al recupero, all’autonomia e all’integrazione socio-economica dei disabili, supportandone l’accesso all’istruzione, alla comunicazione e alla cultura.”
PER SAPERE DI PIU’
«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini