Iscriviti: Feed RSS

Il ruolo dei genitori nell’educazione al linguaggio

Gli atti del convegno svoltosi al Centro sociale Novedrate il 26 ottobre 2013, organizzato dall’Afa di Cantù (Como), il moderatore Elio Parodi.

“Buon pomeriggio a tutti, vi ringrazio per essere qui presenti a questo incontro che intende vedere le varie posizioni che ci sono nelle famiglie quando hanno a che fare con la sordità.
Naturalmente abbiamo molte situazioni differenti il caso mio personale è marito e moglie udenti a un certo punto nasce un figlio sordo. Ci sono, invece, altri genitori che sono sordi entrambi e hanno figli udenti o genitori sordi entrambi che hanno figli che sono sordi.

La missione della nostra associazione AFA che fa parte della FIADDA nazionale, era già in partenza e continua ad essere: “dare la parola a tutte le persone sorde”; ma questo avviene sempre? E, se non avviene sempre, è bene che in questa occasione noi andiamo a sottolineare anche queste difficoltà e questi aspetti che impediscono all’AFA e alla FIADDA nazionale, di portare a termine la loro missione al cento per cento…”

Visualizza il testo degli atti del convegno.

PER SAPERE DI PIU’
Sito Afa di Como

La memoria di Elio Parodi 

Se ne è andato nella tarda serata del 18 luglio 2016, dopo un lunga malattia che ha sempre affrontato con coraggio e determinazione, Elio Parodi, 74 anni, cittadino benemerito di Cantù, ex preside della direzione didattica di via Andina, presidente e fondatore di Afa (Associazione famiglie audiolese) delle province di Como e Lecco, fondatore e a lungo direttore del Centro educazione degli adulti (Eda) che sotto la sua guida divenne il più importante e frequentato del comasco, fondatore della sezione scolastica all’interno del reparto di Pediatria dell’ospedale cittadino e di innumerevoli altre iniziative.

Padre di Laura e del noto cantautore Andrea Parodi, lascia la moglie Anna, anch’essa apprezzata docente attiva nell’Afa. Figura chiave del panorama associativo e culturale canturino, Parodi è stato più di ogni altra cosa un padre generoso e amato e un instancabile educatore, la cui attività ultradecennale, perennemente tesa all’innovazione e alla inclusione, è stata in grado di tracciare un solco indelebile all’interno delle istituzioni scolastiche della Brianza comasca. La città lo aveva insignito della benemerenza nel febbraio scorso (2016).
Fonte: ilgiorno.it

 storia-dei-sordi-di-franco-zatini

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)

«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)

«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)

Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it