Iscriviti: Feed RSS

Lecce. Un interprete per non udenti in funzione a Palazzo Carafa: al via apposito bando

Basta una telefonata per attivare il servizio con un interprete qualificato della lingua dei segni ad accompagnare l’utente presso gli uffici comunali per conoscere le informazioni richieste. Al via un apposito bando.

Sarà attivato presto presso gli uffici comunali un servizio di interpretariato per “non udenti” rivolto ai cittadini che verrà gestito dall’Urp (Ufficio relazione con il pubblico). L’iniziativa è stata presentata questa mattina a Palazzo Carafa.

L’amministrazione comunale ha rivolto un invito pubblico – attraverso l’emanazione di un bando – alle associazioni per “non udenti” presenti sul territorio che manifesteranno la volontà di convenzionarsi con il Comune di Lecce per effettuare le attività in forma gratuita sia per il cittadino che per l’Ente. C’è tempo fino al 15 novembre per presentare un’apposita domanda di partecipazione. 

“C’è una fascia di utenza – ha sottolineato il dirigente agli Affari Generali del Comune di Lecce, Antonio Guido – che ha difficoltà a relazionarsi con i nostri uffici”.

“Con questa iniziativa –  ha spiegato l’assessore comunale agli Affari Generali, Luigi Coclite – cercheremo di venire incontro a tante persone che fanno fatica ad interloquire con l’amministrazione e con i nostri uffici in particolare. La procedura è semplice: basta fare una telefonata e fissare un appuntamento. Sarà poi un interprete qualificato della lingua dei segni (lis) ad accompagnare l’utente presso gli uffici comunali per conoscere le informazioni richieste. E’ una iniziativa a costo zero per l’associazione che metterà a disposizione un interprete e per l’amministrazione comunale che gestirà questo servizio. Il nostro auspicio è che tale modello possa essere mutuato da altri enti presenti sul territorio”.

Intanto, a partire da venerdì 4 novembre e per tutti i mercoledì successivi, fino al 30 novembre, per un totale di 15 ore, si svolgerà un corso breve di Formazione Sociale su “La lingua dei segni italiana e la Lingua dei Segni Internazionale”, organizzato dall’associazione AEEOS Onlus in partenariato con l’Associazione C.N.I.S. Onlus (Coordinamento Nazionale Insegnanti Specializzati) e l’Associazione Difesa Diritti Onlus, facenti parte delle Rete Tam Tam Sociale.

Il corso, totalmente gratuito, è realizzato grazie al contributo del Bando Formazione 2016, 2a scadenza, del CSVS, Centro servizi volontariato Salento. Il corso di formazione si propone tre obiettivi: apprendere le basi della lingua LIS nelle prime lezioni dedicate principalmente a chi non la conosce e approfondire i segni legati a temi psico-sociali; conoscere  la “vera” cultura della  persona sorda e sui suoi diritti, tra cui l’accesso alla comunicazione, con l’abbattimento di secolari pregiudizi e dello “stigma”; apprendere le basi della lingua dei segni internazionale, utile ai volontari che si occupano di disabilità e ai volontari che lavorano in associazioni che organizzano progetti europei.

Le  lezioni  si  svolgeranno  in  via Siracusa n.58 a Lecce, presso la sede operativa del CNIS (Coordinamento Nazionale Insegnanti Specializzati) che permette grande libertà di movimento, fondamentale per poter segnare. Per informazioni è necessario inviare  preventivamente una mail a aeeoslis@libero.it. Inoltre, a partire dal mese di dicembre, l’associazione A.E.E.O.S. onlus organizzerà anche quest’anno il corso annuale di formazione sulla lingua Lis.

Il corso di 1° livello inizierà i primi di dicembre 2016: le iscrizioni dovranno avvenire entro e non oltre il 15 no­vembre 2016. Il corso, della durata di 250 ore di formazione, è un corso annuale e si svolgerà in due incontri settimanali. Si prevede un numero limitato di partecipanti data la modalità di svolgimento delle le­zioni, per la maggior parte pratica, in cui i docenti devono seguire attentamente l’apprendimento di ogni corsista, utilizzando anche una metodologia individualizzata. Per la partecipazione al Corso di I Livello è previsto un contributo spese per l’organizzazione. Per richiedere ogni altra informazione, è necessario scrivere a aeeoslis@libero.ito rivolgervi direttamente al professor Lucio d’Arpe al 3397137529. 

Fonte: leccesette.it

PER SAPERE DI PIU’

Lingua dei segni italiana

Comune di Lecce

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it.
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini