Iscriviti: Feed RSS

ISSR. La manifestazione a Montecitorio

COMUNICATO STAMPA – SIT-IN DI PROTESTA DEI LAVORATORI PRECARI ISSR (Istituto Statale dei Sordi di Roma)
Mercoledì 7 giugno, dalle ore 10,00 alle 14,00, in Piazza Montecitorio
NIdiL CGIL Nazionale ha organizzato un nuovo presidio dei lavoratori precari dell’Istituto Statale Sordi di Roma (ISSR) per il giorno 7 giugno, dalle ore 10.00 alle 14.00, in Piazza di Montecitorio.

Trascorso oltre un mese dall’incontro del 27 aprile con il Vice Capo di Gabinetto del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca e dalla richiesta da parte di questa Organizzazione Sindacale di un tavolo tecnico al fine di individuare le soluzioni più opportune e permettere la sopravvivenza dello storico Istituto di via Nomentana, ad oggi non è pervenuta alcuna risposta dal MIUR o dal Governo.

Il sit-in del 7 giugno davanti alla sede del Parlamento vuole, pertanto, denunciare la perdurante “sordità istituzionale” e ribadire con forza l’urgenza di un intervento in favore dell’ISSR che non è più in grado di:

– portare avanti le attività e i servizi erogati in tutti questi anni in favore della collettività e, in particolare delle persone sorde, delle loro famiglie e degli operatori del settore socio-educativo;
– far fronte alle spese di ordinaria gestione;
– corrispondere gli stipendi ai propri lavoratori precari, da sempre privi delle garanzie offerte dai contratti di tipo subordinato, le cui sorti più che mai in questo momento risultano legate a quelle dello stesso Istituto e che da due mesi lavorano senza retribuzione.

La chiusura dell’ISSR – ormai alle porte – non causerebbe solo la perdita del lavoro per 21 persone (di cui 8 sorde), ma un danno per la collettività nel suo complesso e la comunità sorda in particolare: la soppressione dei molteplici servizi gratuiti e pienamente accessibili offerti da un ente dello Stato divenuto un centro di eccellenza sulla sordità, unico in tutto il territorio nazionale. Per queste ragioni, il patrimonio umano e professionale rappresentato dall’Istituto Statale Sordi di Roma non può e non deve essere dimenticato.

ISSR
– – –
Per ulteriori informazioni, interviste o approfondimenti:
Ufficio Stampa NIdiL CGIL Nazionale,
Anna Francesca Mannai | comunicazione@nidil.cgil.it | Cell. 339 6429491

NIdiL CGIL (Nuove Identità di Lavoro) è la struttura sindacale della CGIL che rappresenta dal 1998 i lavoratori in somministrazione (ex interinali) ed i lavoratori atipici. NIdiL è firmataria del CCNL dei lavoratori in somministrazione (ex interinali), contratto che dà diritti e tutele ai lavoratori dipendenti delle agenzie per il lavoro e che prestano la loro attività presso aziende utilizzatrici. Nidil inoltre ha sottoscritto decine di accordi nazionali ed aziendali, in vari settori, volti alla stabilizzazione e alla tutela dei lavoratori atipici. NIdiL combatte, per gli atipici, l’utilizzo improprio dei contratti di lavoro parasubordinato (co.co.pro., collaborazioni occasionali, mini co.co.co., partite iva individuali, associazioni in partecipazione, cessione di diritti d’autore, ecc.). Tali contratti sono spesso utilizzati dai datori di lavoro al posto del lavoro dipendente tradizionale, perché costano meno e rendono i lavoratori maggiormente ricattabili anche a causa delle frequenti scadenze dei contratti stessi. NIdiL contratta inoltre diritti e tutele adeguate quando i contratti sono usati in modo proprio e/o rispondono a chiare scelte del lavoratore.

L’ARTICOLO CORRELATO

Istituto Statale Sordi: sarà chiusura senza un intervento immediato

PER SAPERE DI PIU’
No alla chiusura dell’ISSR

Storia dei sordi