Iscriviti: Feed RSS

Federazione dei Sordi e il canone TV

La Federazione dei sordi in piazza per la Billag
“Senza canone, addio ai sottotitoli e alla lingua dei segni in televisione”

La Federazione svizzera dei sordi ha organizzato una manifestazione per sostenere la propria contrarietà all’iniziativa “No Billag”.

“Voi lo guardereste il telegiornale senza volume? Un film o un documentario senza audio? – si legge nel comunicato – E quindi senza potere capire nulla? Nessuno lo farebbe. Perché si sentirebbe escluso. Eppure verranno esclusi quasi un milione di sordi, audiolesi e deboli di udito in Svizzera se venisse accettata l’iniziativa “Sì all’abolizione del canone radiotelevisivo” in votazione il prossimo 4 marzo”.

La manifestazione si terrà il prossimo 7 febbraio, dalle 09.30 alle 11.00, in piazza San Carlo a Lugano, in concomitanza con Zurigo e Losanna. “Accettare l’iniziativa «Sì all’abolizione del canone radiotelevisivo» sancirebbe la soppressione immediata di queste misure di inclusione e per i sordi e gli audiolesi significherebbe tornare al tempo degli anni ’70, un’epoca di grave emarginazione sociale! Il colmo se si pensa che la Federazione svizzera dei sordi ha appena siglato una convenzione con la SRG SSR che prevede, entro il 2022, di aumentare la quota di emissioni sottotitolate dal 50 all’80 % del totale e quelle interpretate in lingua dei segni dalle attuali 450 ore annue ad almeno 1000 ore annuali!”

“In nome del diritto di accesso all’informazione, alla cultura e al divertimento delle persone sorde, la Federazione svizzera dei sordi ribadisce il suo NO all’iniziativa “NoBillag””, conclude la nota.
Fonte: ticinonews.ch

PER SAPERE DI PIU’

Federazione dei Sordi di Svizzera

Canone TV in Italia

corso lis arturo elmi