Iscriviti: Feed RSS

Fondo Sordità Milano

quest’anno ormai in fase di chiusura è stato un anno molto importante per la nostra Fondazione: un anno nel quale abbiamo lavorato con impegno per una generale riorganizzazione della Fondazione e per individuare le nuove modalità di erogazione dei contributi che vanno a finanziare, direttamente o indirettamente, i Progetti destinati alle persone con disabilità uditiva.

Una delle grandi novità che abbiamo introdotto è la collaborazione con la Fondazione di Comunità di Milano, presso la quale abbiamo costituito un Fondo Solidale denominato “Sordità Milano” (vedi link: http://www.fondazionecomunitamilano.org/fondi/fondo-sordita/): a questo Fondo potranno accedere, tramite le modalità in fase di definizione che saranno rese pubbliche (attraverso i nostri Social e la Newsletter) quanto prima – compatibilmente con le esigenze della Fondazione di Comunità di Milano che gestirà le richieste pervenute – domande di contributo relative a progetti che si realizzeranno nell’ambito territoriale della F.C.M. e cioè  nell’area territoriale della Città di Milano e nei 56 Comuni delle zone Sud Ovest, Sud Est ed Adda Martesana della Città Metropolitana di Milano.

Il Fondo, ed è questo un altro elemento che ci tenevo a condividere con Voi, dà inoltre la possibilità – già attiva – di aumentare ulteriormente la propria dotazione e quindi le risorse da redistribuire a quanti ne faranno richiesta.

Sono quindi lieto di comunicarVi che, complici le festività natalizie, sono già arrivate le prime donazioni sul Fondo Sordità Milano; segno che è stato colto il valore dell’iniziativa che intende, partendo dalla dotazione del Pio Istituto dei Sordi accrescere progressivamente, insieme, il numero dei progetti sul territorio che pongano al centro la persona con disabilità uditiva e per questo mi permetto di invitarVi a contribuire in prima persona al Fondo effettuando una donazione – anche piccola – e aiutandoci a diffondere quanto più possibile la notizia che cittadini privati, Enti, Organizzazioni possono generare valore unendosi a noi in questa iniziativa.

Tutti i donatori usufruiscono dei benefici fiscali di legge loro riservati e sono assistiti dalla Fondazione di Comunità di Milano. Donare è facilissimo, basta andare al seguente link http://www.fondazionecomunitamilano.org/fai-una-donazione/ e inserire come nome del Fondo Solidale: “Sordità Milano”.

Infine troverete prossimamente online un’iniziativa alla quale Vi chiedo già da ora di dare visibilità sui vostri canali: abbiamo infatti pensato di rendere più possibile partecipata l’iniziativa e per questo intendiamo invitare creativi (artisti, grafici, designer, ecc.) sordi a immaginare un logo per il Fondo Solidale “Sordità Milano” attraverso un concorso creativo.Nel ringraziarVi per il prezioso lavoro che svolgete per le persone con disabilità uditiva, colgo l’occasione per formulare a tutti Voi ed alle Vostre famiglie i migliori Auguri di un sereno Natale ed un felice Anno Nuovo!”
Stefano Cattaneo. Direttore Fondazione Istituto dei Sordi. 
Inclusione sociale delle persone con disabilità uditiva
Costituito dalla Fondazione Pio Istituto dei Sordi presso la Fondazione Comunità Milano, per sostenere in senso ampio iniziative nell’àmbito della sordità che contribuiscano a realizzare i princìpi della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, il Fondo Sordità Milano ha lanciato il bando denominato “Inclusione sociale delle persone con disabilità uditiva”, aperto fino al 31 luglio a idee progetto mirate appunto all’inclusione sociale delle persone con disabilità uditiva, con particolare attenzione alla gestione dell’attuale emergenza coronavirus

Il logo realizzato da Gianluca Traversi, scelto per rappresentare il Fondo Sordità Milano

La prima iniziativa, come avevamo riferito a suo tempo, si era avuta con il Concorso di Idee Logo Fondo Sordità Milano, aperto a creativi con disabilità e difficoltà uditiva nei diversi campi dell’immagine, per l’ideazione del logo ritenuto più adatto a comunicarne la “visione” dell’iniziativa.Ora il logo (riprodotto qui a fianco) è stato scelto, tra quelli proposti da diciassette creativi di tutta Italia, ed è opera di Gianluca Traversi, che attraverso una “catena” fatta di padiglioni auricolari aperti e uniti gli uni agli altri, ha voluto esprimere i valori di diversità, inclusione e comunità.

La nuova iniziativa lanciata dal Fondo Sordità Milano – costituito dalla Fondazione Pio Istituto dei Sordi presso la Fondazione Comunità Milano, per sostenere in senso ampio iniziative nell’ambito della sordità che contribuiscano a realizzare i princìpi della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità – è il bando denominato Inclusione sociale delle persone con disabilità uditiva, prima opportunità resa disponibile alle organizzazioni che operano nei territori del capoluogo lombardo e dei cinquantasei Comuni delle Aree Sud Ovest, Sud Est e Adda Martesana della Città Metropolitana di Milano.

Fino al 31 luglio prossimo, dunque, sarà possibile «candidare idee progetto – come spiegano dalla Fondazione Pio Istituto dei Sordi – volte a contribuire, con particolare attenzione alla gestione dell’attuale emergenza coronavirus, all’inclusione sociale delle persone con disabilità uditiva. I progetti dovranno essere finalizzati a migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità uditiva, ad offrire un supporto volto a riequilibrare i possibili svantaggi sociali, oltreché a promuoverne la partecipazione alla vita civile, politica, economica, sociale e culturale, con pari opportunità rispetto agli altri». (S.B.)
A questo link è disponibile il bando lanciato dal Fondo Solidale Sordità Milano, con il titolo Inclusione sociale delle persone con disabilità uditiva. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: progetti@pioistitutodeisordi.org.
Fonte: superando.it

PER SAPERE DI PIU’

Pio Istituto Sordi Milano

Fondo Sordità Milano

Fondazione Comunità Milano

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)

«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)

«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (Vittorio Ieralla)

Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a:

storiadeisordi@gmail.com

“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini