Iscriviti: Feed RSS

San Giuseppe Calasanzio nel ricordo della storia dei sordi

San Giuseppe Calasanzio (1557 1648) in spagnolo José de Calasanz, da lui mutato in Giuseppe della Madre di Dio nacque nel 1557 in Spagna, diventa sacerdote e ricopre importanti mansioni in diverse diocesi spagnole.

A Roma, colpito dalla miseria in cui vivevano i ragazzi abbandonati, nel 1617 fonda l’ordine dei Chierici Regolari Poveri della Madre di Dio delle Scuole Pie con l’obiettivo di dare un’istruzione ai più poveri e combattere così l’analfabetismo, l’ignoranza e la criminalità. I suoi religiosi vengono chiamati «scolopi».

Calasanzio Giuseppe (Santo)

Scrive il santo: «È missione nobilissima e fonte di grandi meriti quella di dedicarsi all’educazione dei fanciulli, specialmente poveri, per aiutarli a conseguire la vita eterna. Chi si fa loro maestro e, attraverso la formazione intellettuale, s’impegna a educarli, soprattutto nella fede e nella pietà, compie in qualche modo verso i fanciulli l’ufficio stesso del loro angelo custode, ed è altamente benemerito del loro sviluppo umano e cristiano».

Giuseppe muore il 25 agosto del 1648; è canonizzato nel 1767 e nel 1948 da papa Pio XII è dichiarato «patrono Universale di tutte le scuole popolari cristiane del mondo». Oggi l’ordine degli Scolopi è presente in 4 continenti e 32 paesi.

Erano scolopi il P. Ottavio Assarotti (1753 -1829), che fondò l’Istituto Nazionale per Sordomuti di Genova e P. Tommaso Pendola (1800 1883), che nel 1828 fondò l’Istituto per Sordomuti di Siena e nel 1872 la rivista di pedagogia speciale L’Educazione dei Sordi. Gli Scolopi fondarono anche gli Istituti di Livorno (1815), Pisa (1817), Imperia (1857), Chiavari (1874).
P. Vincenzo Di Blasio

PER SAPERE DI PIU’
San Giuseppe Calasanzio

Sito ufficiale dei Padri Scolopi

100 anni FIAS 8-9 settembre 1920 2020