Iscriviti: Feed RSS

1838 – Istituto dei Sordomuti in Brescia

Un Istituto per Sordomuti, in Brescia, fu fondato nel 1838 dal sacerdote Masini da Pontevico, noto per la sua carità, che aveva già cominciato a radunare privatamente alcuni sordomuti poveri per educarli. Si orientò all’Istituzione, fidando anche nei generosi oboli della città di Brescia.
La sua impresa fu incoraggiata dal padre Ottavio Assarotti, di Genova, presso il quale aveva seguito un corso di formazione per l’istruzione dei sordomuti.
Al suo ritorno a Brescia, aprì nella sua casa un istituzione che fu scuola e convitto, e funzionò per tre anni, riconosciuta dal Governo con decreto del 14 marzo 1840.
Il Masini, in seguito, manifestò la sua disponibilità di aggregarsi all’Istituto dei Sordomuti aperto nel 1842, a Brescia, dal sacerdote Lodovico Pavoni, ma ciò non fu possibile.
is104

Info:

Pio Istituto Pavoni per Sordomuti in Brecia

Dalle ricerche effettuate in archivi e biblioteche specializzate, si sono trovate alcune rilevazioni storiche, da cui risulta che in varie città d’Italia furono aperte in passato, per brevi periodi, degli Istituti con corsi di scuola speciale per Sordi, gestiti in prevalenza da Opere di Carità o Assistenza pubblica, che successivamente cessarono l’attività didattica o furono incorporati in altri istituti. Anche tali Istituti, quindi, è opportuno registrarli al pari delle altre Istituzioni scolastiche per sordi, che già abbiamo elencato e di cui si hanno documentazioni più precise. Non possiamo tuttavia garantire l’esattezza di tutte queste altre indicazioni, poiché talune segnalazioni reperite nelle biblioteche erano incomplete o mancanti di esatta documentazione.