Iscriviti: Feed RSS

Santuario della Madonna di Pietraquaria ad Avezzano (L’Aquila)

Il Santuario della Madonna di Pietraquaria sorge sul monte Salviano, a 7 km da Avezzano, a 1000 m. d altitudine.

La storia
È celebre per antichità e per la miracolosa immagine che vi si venera. E’ accertato che il culto e, di conseguenza anche la cappella con il quadro, esistevano fin dal secolo XII; all’epoca la cappella si trovava nel feudo di Pietraquaria alto sul roccione antistante l’attuale Santuario, il cui nome “Pietraquaria” deriva dal fatto che nella zona sono presenti numerose cisterne scavate nella roccia in epoca antica per raccogliere l’acqua piovana.

Secondo la tradizione la cappella e l’interno feudo furono distrutti nel 1268 su ordine di Carlo Angiò che, dopo sconfitto Corradino di Svezia nella battaglia del Piani Palentini, volle vendicarsi contro gli abitanti di Pietaquaria per aver parteggiato con i suo nemici, Berardp e suo figlio Ruggero, Conti d’Abate, alleati di Corradini. Il quadro rimase sotto le macerie per molto tempo.

“La ricostruzione della chiesa avvenne in seguito a vicende, da cui emana un delicato profumo di leggenda.

Un pastorello di Avezzano, muto e sordo, un giorno era guardia del suo gregge, che pascolava sul Salviano.
Mentre, non potendosi deliziare del canto, che la natura intonava all’intorno, contempiava le acque del lago Fucino, riflettenti il sereno cielo, gli apparve una bella Signora vestita di bianco, che diede conforto alla sua umana miseria, dicendogli in dolce favella cose, egli prodigiosamente udìschiudendo le labbra, mute sino allora, riferì quanto aveva visto e sentito, raccomandando di non indugiare ancora, secondo le parole della bella Signora a riporre degnamente sull’altare la sacra immagine, tra le rovine della chiesetta crollata”.
(G. Pagani, Pietraquaria e il suo Santuario).

Per questo motivo il Parroco, con la collaborazione dei fedeli di Avezzano, provvide a riparare la Chiesa dive venne sistemata dignitosamente la Sacra Effigie. Successivamente, in periodi di tempo diversi, nella Chiesa furono eseguiti lavori di ampilamento e di trasformazione che ne hanno radicalmente migliorato il suo insieme sia sotto l’aspetto architettonico sia per quanto riguarda la sua funzionalità.

Dal 1878 il Santuario è custodito dai frati cappuccini, la cui opera ha voluto servire in gioia il Signore, rendento alla Madonna il degno tributo di amore. Annessa al Santuario si trova la casa di esercizi spirituali”Domus Mariae”, adibita prevalentemente a ritiri, a incontro preghiera e alle opere pastorali della Diocesi.
La cusotidia e la gestione della casa sono affidatel alle Suore Benedettine di Carità.

La Sacra Icona
Il sacro dipinto della Madonna, in origine di stile bizantino, eseguito su legno da autore ignoto, è stato modificato nel primo Rinascimento. La Madonna è rappresentata in piedi, ha la veste di color rosoo ed il mandto azzuro trapunto di stelle; sorregge con il braccio destro il Bambino, tenendo i piedini sul palmo della mano sinista, in atteggiamento di una carezza, Il Bambino, ignudo, è atteggiato a benedire con tre dita della manina destra, mentre con la sinistra prende con grazia e naturalezza il lembo del manto materno.
Il Mommsen ritiene che il dipinto risalga al XIV secolo. Durante il restauro (1949) sono state rinvenute piccole tracce di colore che si ritiene appartenere alla prima immagine della Madonna; dai frammenti si suppone che tale immagine sia stata dipinta tra il XIII e II XIV secolo e che il suo valore artistico fosse di molto superiore a quello attuale.
A seguito delle grazie elargite dalla Vergine Santissima, nel 1828 il Capitolo Vaticano ah proveduto alla Incoronazione della Madonna e del bambino, cui sono stati posti due aurei diademi.

PER SAPERE DI PIU’

Visualizza pps Santuario della Madonna di Pietraquaria


 

In uno dei più suggestivi paesaggi della Marsica, sul monte Salvino che circonda Avezzano, sorge a 1000 mt di altezza il Santuario della “Madonna di Pietraquaria”.
Il nome deriva dalla presenza di numerose cisterne scavate nella roccia, che una volta servivano per conservare l’acqua piovana. Al tempo dei Normanni e degli Svevi [sec. XII-XIII], sul posto sorgeva un notevole Centro abitato con un importante Castello. Nei secoli seguenti, il tutto scomparve per cause imprecisate e rimase solo la Chiesa, divenuta ben presto meta di Pellegrinaggi da parte degli abitanti della Marsica.

 Santuario della Madonna di Pietracquaria ad Avezzano (L'Aquila)

Si tramandano anche parecchi miracoli, fra i quali l’Apparizione della Vergine a un pastorello sordomuto che guarì all’istante.
L’aspetto attuale del Santuario, in stile neoclassico, risale al restauro del 1881.
Altri lavori di ampliamento dell’abside e sistemazione dello spazio circostante sono stati eseguiti più di recente. L’immagine su tavola della “Madonna con Bambino”, di stile bizantino, che vi si venera è di epoca ignota, ma pare databile a prima del 1100.
Fonte: stpauls.it

 


Santuario della Madonna
di Pietraquaria ad Avezzano (L’Aquila)

Storia dei sordi