Iscriviti: Feed RSS

Protocollo d’intesa: Società della Salute e F.I.G.C.

Società della salute, anziani e disabili a Coverciano (Firenze) ai raduni della nazionale. Firmato il protocollo con la Federazione Giuoco Calcio (FIGC). Assistere alle partite di allenamento dei giocatori della Nazionale, ma anche visitare il Museo del Calcio e utilizzare la palestra e altri impianti del centro tecnico di Coverciano. Sono queste alcune delle possibilità che d’ora in poi saranno offerte ad anziani, disabili e giovani fiorentini grazie al protocollo d’intesa siglato dalla Società della Salute e dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio (Fgci). La firma è avvenuta questa mattina a Palazzo Vecchio alla presenza del presidente della Società della Salute e assessore alle politiche sociosanitarie, dell’assessore allo sport, del vicepresidente nazionale della Figc e del direttore del Museo del calcio di Coverciano.
Con questo protocollo si “istituzionalizza” un’iniziativa che si era già realizzata in modo episodico: quindi d’ora in poi quando la Nazionale sarà in ritiro a Firenze, anziani e disabili potranno assistere alle partite di allenamento dei giocatori. Ma l’intesa va oltre prevedendo la possibilità per anziani e disabili di visitare gratuitamente il Museo del Calcio e l’utilizzo di alcune strutture del Centro Tecnico di Coverciano per iniziative promosse dalla Società della Salute.
Duplice l’obiettivo del protocollo: da un lato offrire alla Società della Salute occasioni e strutture per sviluppare le proprie politiche di salute anche attraverso la promozione e la gestione di iniziative di carattere sportivo, culturale, ludico e ricreativo, con particolare riferimento alle persone disabili o anziane; dall’altro rafforzare, attraverso la realizzazione di attività ricreative e sportive di grande valore sociale presso il Centro Tecnico Federale rivolte ai giovani, alle persone disabili e anziane, il legame tra la città e la Federazione Italiana Giuoco Calcio.
Ma vediamo in concreto cosa prevede il protocollo.
Prima di tutto per 10 disabili (con accompagnatori) e 20 anziani di assistere gratuitamente alle partite di allenamento della Nazionale, salvo che non si tratti di partite a “porte chiuse”. Inoltre disabili e anziani potranno visitare gratuitamente il museo del calcio nei giorni di martedì (dalle 9 alle 13) e giovedì (dalle 15.30 alle 19). Negli stessi giorni e con il medesimo orario (luce naturale permettendo) potrà essere utilizzato per attività ludico-sportive anche il campo da gioco ridotto a fondo artificiale del Centro di Coverciano. La Fgci inoltre mette a disposizione della Società della Salute per eventi e iniziative la palestra (per attività che coinvolgono disabili, anziani o giovani), il campo da gioco numero 2 a fondo artificiale (per attività destinate specificatamente ai giovani) e l’Auditorium del Centro tecnico di Coverciano (in questo caso per convegni ed altri eventi). In tutti questi casi l’uso sarà vincolato alla disponibilità delle strutture e comunque per un numero minimo per 10 volte l’anno. Nel protocollo è prevista anche la possibilità di realizzare a Coverciano anche ulteriori attività sportive o ricreative definite da uno specifico accordo tra la Società della Salute e la Figc.
Da parte sua la Società della Salute si impegna a promuovere le attività ospitate presso il Centro tecnico di Coverciano anche coinvolgendo la Consulta Comunale degli invalidi e degli handicappati, la Consulta cittadina degli anziani, le Associazioni di volontariato sociale e sportivo e gli organismi collegiali della scuola. In particolare sarà attivata la promozione presso i centri diurni per anziani e disabili, anche per organizzare visite collettive al “Museo del Calcio”.
Il protocollo prevede la durata di tre anni con possibilità di rinnovo. (mf)

Fonte: Ufficio Stampa del Comune di Firenze  nw012 (2006)


 

In occasione si informa che nei musei del Polo Museale Fiorentino, il Sordo ovvero il Disabile ha diritto all’ingresso gratuito biglietteria la tessera di propria invalidità. (Disposizione del Soprintendente prot.13283 del 7ottobre 2001 )


Newsletter della Storia dei Sordi n.12 del 14 aprile 2006