Iscriviti: Feed RSS

Santuario della Madonna della Costa in Cavenago d’Adda (Lodi)

Il santuario della Madonna della Costa è uno dei Santuari più venerati della diocesi di Lodi. Sorge a circa un chilometro e mezzo dal centro abitato di Cavenago d’Adda. Si erge sull’alto del terrazzo del fiume e domina tutta la pianura sottostante.
Quantunque sembri che la devozione verso la Madonna della Costa e la costruzione del santuario abbiano  origine dall’apparizione di Maria santissima, avvenuta nel 1662, certamente già prima dell’apparizione esisteva una chiesa dedicata alla Vergine Annunziata. Intorno ad essa si estendevano dei terreni chiamati “i campi di Santa Maria”. A partire dal 1575, la Chiesa iniziò ad essere chiamata “Santa Maria della Costa” nome che è giunto fino ai nostri giorni. Poiché la costruzione della chiesetta era molto malconcia, i membri della Confraternita di santa Maria Annunziata si interessarono a riedificare la costruzione. All’interno della chiesetta, sopra l’altare maggiore, c’era una statua della Madonna, era una scultura “vestita” che veniva portata in processione il 25 marzo di ogni anno. I fedeli però veneravano maggiormente un antico affresco, raffigurante la Madonna che allatta il Bambino risalente ad una epoca compresa tra il XIV e il XV secolo e che oggi si può ammirare all’interno del Santuario, sopra l’altare.

Secondo una antica tradizione , questo dipinto si trovava all’aperto, e davanti ad esso, il 18 luglio  del 1662 a una giovinetta, di circa 13 anni, sordomuta dalla nascita e con un braccio rattrappito, apparve la Madonna che  la guarì, e le affidò il compito di riferire al sacerdote di trasportare l’immagine dipinta sul muro in cui era apparsa e  sull’altura in cui oggi sorge il santuario.

Il parroco sorpreso per la guarigione della fanciulla, realizzo il desiderio della Vergine e fece trasportare l’immagine della Madonna al luogo da lei stessa indicato, dove esisteva già un oratorio dedicato alla SS Annunziata. Nel 1729 il santuario fu nuovamente riedificato dalle fondamenta. Molti fedeli accorrevano per venerare la Madonna, al punto che la sacrestia si riempì di ex-voto. Nel 1871 la popolazione di Cavenago dichiarò di essere stata salvata da una epidemia di vaiolo nero, dopo aver pregato la Madonna. Nel 1877 perciò fu ricostruita una chiesa molto più ampia che è l’attuale.

Nel 1962, in occasione dei 300 anni dell’apparizione, il parroco restaurò l’interno della costruzione, edificò una nuova facciata e fece innalzare una piccola chiesetta sul luogo nel quale secondo la tradizione è apparsa la Madonna.

Nel 2012, in occasione del giubileo (350 anni) dell’apparizione, si sono realizzate grandi celebrazioni, tra le quali la più significativa, l’incoronazione della Madonna. È stata realizzata anche una missione mariana con la partecipazione delle Missionarie dell’Immacolata “Padre Kolbe”.

La festa più importante del santuario si celebra il 18 luglio, giorno dell’anniversario delle Apparizioni.
Fonte: Kolbemission.org



Visualizzazione ingrandita della mappa

PER SAPERE DI PIU’

Cavenago d’Adda

Comune di Cavenago d’Adda

Il Santuario di Cavenago

Padre Massimiliano Kolbe

______________________________________
«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a Storia dei Sordi. Di Tutto e di tutti circa il mondo della sordità. ideato e fondato da Franco Zatini