Iscriviti: Feed RSS

I bambini silenziosi: La scuola speciale per sordi Giulio Tarra di Milano (Newsletter della Storia dei Sordi n.202 del 13 marzo 2007)

Mostra fotografica: I bambini silenziosi, la Scuola speciale per sordi Giulio Tarra di Milano (1929-1990), a  cura  di Roberta Simboli.
La Scuola Speciale “Giulio Tarra” per bambini sordi e patologie del linguaggio attiva dal 1929 al 1990, stimata anche all’estero, ha rappresentato un importante mezzo di contatto con il mondo per numerosi piccoli allievi, oggi inseriti a pieno titolo nella vita sociale.
La mostra fotografica ne ripercorre l’itinerario, fatto di studio, lavoro e socializzazione, tramite immagini d’epoca che ricostruiscono un “mondo” e invitano alla solidarietà.
L’esposizione si rivela un documento storico raro e commovente che ci immerge nella vita di una scuola tra le più significative sorte a Milano. Essa fornisce  oggi l’occasione di assistere a una testimonianza preziosa, da accogliere con la consapevolezza di trovarci di fronte a un modello educativo stimolante e degno di ammirazione.
L’iniziativa si inserisce nelle attività della Biblioteca Zara – che occupa alcuni spazi dell’ex “Tarra” – dedicate alle tematiche dei non udenti, quali l’accoglienza, attraverso tirocini formativi, di giovani allievi del Servizio Sordi del Comune.
La mostra è aperta al pubblico dal lunedì al sabato ore: 10.30-18-30 fino al 21 luglio 2007 (Inaugurazione del 22 marzo 2007 alle ore 18.30).
Sede della mostra: Biblioteca Zara – Viale Zara 100, Milano – Tel. 02-88462823. Email: Biblioteca.zara@comune.milano.it

Segnalato da Giuseppe Bolzoni – nw202

25 ottobre 1929
edificio Tarra verso Viale Zara – Milano (con stemma civico, ma senza numero civico e senza scritte sul frontone) rotaie del tram vicino al marciapiede


1936 – educazione alla lettura labiale per una bimba sorda


25 ottobre 1929 – l’inaugurazione (Sig.ra Marelli Vergari la fondatrice al centro con il grembiule bianco, il medico otorino dott. Albertini e il Podestà insieme con i benefattori)


Newsletter della Storia dei Sordi n.202 del 13 marzo 2007