Iscriviti: Feed RSS

Primi Sordi con il brevetto di paracadutista (Newsletter della Storia dei Sordi n. 245 del 14 maggio 2007)

Il sogno di Icaro non conosce handicap. Basta una passione incontenibile per il volo, tanto entusiasmo e qualche attrezzatura speciale, per far sì che anche un soggetto diversamente abile come Giuseppe Fusco, trentenne impiegato della St Microelectronics e sordo dalla nascita, riuscisse ad acquisire il brevetto di paracadutista.

«E’ vero – affida le sue parole ad una serie di messaggi scritti Giuseppe, pazzo di gioia – è stata una grande soddisfazione personale e un’immensa felicità: ho realizzato un sogno che nutrivo sin da bambino. E ciò grazie alla competenza, al calore, alla simpatia e al grande senso di umanità dimostrato in un anno dai miei istruttori: Alessandro Urzì, catanese come me, e Stefano Volpi».

Ci si è messo di mezzo anche un casco speciale….

«E’ vero. Alessandro e Stefano hanno realizzato un casco particolare, con luci telecomandate, grazie al quale mi è stato possibile ricevere le istruzioni sui movimenti da eseguire in fase di discesa: dopo un corso di preparazione teorica personalizzata, con l’ausilio del manuale tecnico per lo studente, ho potuto sperimentare i miei primi lanci in caduta libera, dapprima in compagnia di Alessandro Urzì, poi da solo, realizzando così il mio grande sogno».

Che rappresenta, se vogliamo, anche un piccolo primato.

«E’ vero. Sono il primo paracadutista sordomuto in Sicilia, il secondo in Italia. L’altro, Andrea, vive ad Aosta e con lui abbiamo già preso accordi per andare insieme, da qui a breve, ad una manifestazione di paracadutismo riservata ai diversamente abili. Si terrà in Francia e non vedo l’ora di partire».

Dopo ogni piccola, grande impresa le dediche sono di rito.

«A me stesso, ai miei familiari, a chi ha creduto in me e, ovviamente, ai miei istruttori. Alessandro Urzì mi è stato vicino da sempre, accompagnandomi nei lanci fatti a Bocca di Falco ed a Molinella, in provincia di Bologna: devo ringraziare lui e il suo staff di www.siciliajump.com».

Fonte: Il sicilia.it 9.5.07 – nw245


Newsletter della Storia dei Sordi n. 245 del 14 maggio 2007

Storia dei Sordi i colori