Iscriviti: Feed RSS

Il silenzio dei rapiti

Kansas. Uno scuola-bus viene bloccato da tre evasi che non hanno più niente da perdere e otto bambine sordomute con le loro insegnanti vengono prese in ostaggio e trascinate in un vicino mattatoio il capo degli evasi, un sadico pluriomicida, minaccia di uccidere una persona ogni ora e l’agente mandato dall’FBI ha solo dodici ore per convincerlo a rilasciare gli ostaggi.
Dodici ore per trovare la giusta linea di trattativa e imparare a ragionare con la testa dell’assassino… ma mentre si gioca questa estenuante partita psicologica, all’interno del macabro mattatoio Melanie, l’insegnante sordomuta, si rivela un aiuto inesperto. Un thriller magistrale, una guerra di nervi dal ritmo incalzante.

Jeffery Deaver, ex avvocato, è ormai considerato “il più grande scrittore di thriller dei giorni nostri”. Ha conosciuto il successo internazionale con il collezionista di ossa, la prima indagine di Lincolin Rhynme e Amelia Sachs seguita da Lo scheletro che balla, La sedia vuota, La scimmia di pietra, L’uomo scomparso, La dodicesima carta e La lunga fredda. È autore anche di Pietà per gli insonni, Il silenzio dei rapiti e Profondo blu, della raccolta di racconti Spirali e del thriller storico Il giardino delle belve. Deaver è edito in Italia da Sonzogno, che con Sotto terra e Fiume di sangue ha iniziato anche la pubblicazione dei suoi primissimi romanzi. Il suo sito internet è www.jefferydeaver.com

Il silenzio dei rapiti
di  Jeffery Deaver.
Milano, 2007, Sonzogno Editore, pp.436.

Nelle migliori librerie oppure scrivere alla Casa Editrice Sonzogno di Milano. rc079


 

STORIADEISORDI: RECENSIONE