Iscriviti: Feed RSS

Alunni disabili (Newsletter della Storia dei Sordi n.304 del 7 settembre 2007)

Nella scuola italiana il diritto allo studio dei ragazzi disabili è tutelato mediante il loro diretto inserimento nella scuola, con il supporto di misure di accompagnamento alle quali concorrono a livello territoriale, con proprie competenze, oltre allo Stato, anche gli Enti locali e il Servizio sanitario nazionale.
Dal 1992 una norma di carattere generale (legge 104) ha definito forme e criteri per consentire alle persone disabili di realizzare i loro diritti di cittadinanza nei diversi momenti di vita, di studio, di lavoro e di relazione. Dal 2000, il regolamento dell’autonomia scolastica ha individuato tra le finalità della scuola quella di rispondere alle “caratteristiche specifiche dei soggetti coinvolti, al fine di garantire loro il successo formativo” e ha sottolineato il riconoscimento e la valorizzazione delle diversità.
La scuola rappresenta così oggi uno dei primi momenti in cui il diritto di cittadinanza di coloro che hanno delle disabilità si realizza mediante l’integrazione all’interno del sistema educativo, senza separazione o esclusione alcuna.
Il Ministero della Pubblica Istruzione mette in atto varie misure di accompagnamento per favorire l’integrazione: docenti di sostegno, finanziamento di progetti e attività per l’integrazione, potenziamento dell’organico del personale per sdoppiamenti di classi che accolgono alunni disabili, iniziative di formazione del personale docente di sostegno e curriculare nonché del personale amministrativo, tecnico e ausiliare. A livello nazionale è previsto un Osservatorio per l’integrazione delle persone disabili.
A livello territoriale altri organismi hanno il compito di proporre iniziative per realizzare un’integrazione efficace: presso gli Uffici scolastici provinciali funzionano i GLIP (“Gruppi di Lavoro Interistituzionali Provinciali”, formati da rappresentanti degli Enti Locali, delle ASL e delle Associazioni dei disabili) e presso le istituzioni scolastiche funzionano i GLH (“Gruppi di lavoro per l’integrazione degli handicappati”, formati dal dirigente della scuola, dai docenti interessati, dai genitori e dal personale sanitario).

Certificazione della disabilità
Su questo punto la normativa è in fase di modifica. L’accertamento della condizione di disabile sarà definito da apposita certificazione rilasciata da una commissione medica collegiale. La certificazione farà riferimento, per l’identificazione della disabilità, ai parametri definiti dalla OMS (Organizzazione mondiale della Sanità).
Il Regolamento per queste nuove modalità certificative è stato definito con DPCM (Decreto Presidenza del Consiglio dei Ministri) 23.02.2006 n. 185, ma è tuttora in attesa di disposizioni applicative da definire d’intesa con il sistema delle Regioni e con il Servizio sanitario nazionale.
La procedura certificativa, una volta trovata l’intesa per la sua applicazione, riguarderà gli alunni disabili che in futuro si iscriveranno a nuove classi del sistema di istruzione.

Osservatorio nazionale per l’integrazione delle persone disabili
Presso il Ministero della Pubblica Istruzione funziona l’Osservatorio nazionale per l’integrazione delle persone disabili, composto da un Comitato Tecnico Scientifico e dalla Consulta delle Associazioni dei disabili.
Lo presiede il Ministro o un sottosegretario da lui delegato.

Organico di docenti di sostegno
L’art. 40 della legge 449/1997 ha previsto che ogni provincia sia dotata di un organico di docenti di sostegno calcolato in misura di uno ogni 138 alunni iscritti.
A questa dotazione organica si aggiungono, di anno in anno, sempre in base alla stessa disposizione normativa, altri posti di sostegno in deroga per casi di particolare gravità individuati. L’aumento costante di alunni disabili inseriti nel sistema scolastico ha fatto aumentare ogni anno il numero dei posti in deroga.
I parametri e i criteri per la definizione dell’organico dei docenti di sostegno sono attualmente in fase di revisione.

Per approfondire le tematiche relative alla valutazione degli alunni disabili, consultare la voce Valutazione

nw304


Newsletter della Storia dei Sordi n.304 del 7 settembre 2007