Iscriviti: Feed RSS

Il ritorno dell’artista Gennaro Ponticelli (Newsletter della Storia dei Sordi n.314 del 19 settembre 2007)

Di Gennaro Ponticelli, rinomato artista sordo nato a Mondragone (Caserta) nel 1954, ma residente a Roma, si erano perse le tracce dal 1989, ma Ludovico Graziani, del Dipartimento Arte dell’ENS e a sua volta rinomato artista, pittore e scultore, non accettava che un ingegno come il Ponticelli potesse trascurare l’arte e quindi gli ha ricordato che un artista non deve languire, ma esprimere le sue qualità.
Ponticelli è un appassionato d’arte metafisica, che sa creare, attraverso oggetti e rigorose geometrie spaziali, atmosfere assorte e magiche. Di lui, abile nel trasformare il freddo segnale di un codice binario in una vellutata opera d’arte futuristica, aveva scritto un famoso critico d’arte, lo scrittore Giuseppe Rizzuto, che “…le qualità di Gennaio Ponticelli si esprimono con un animo che appare rovente di passioni quando sulla tela è impresso un gioco di luci davvero impetuoso, mentre si mostra pacato quando la tela offre la visione naturalistica di una serenità, di un senso di pace imprevedibili…”.
La prima esperienza artistica di Gennaro risale al 1966, quando appena dodicenne s’impose vincendo il 1º Premio nel X Concorso Nazionale “Pennello d’Argento”, di Venezia.
Poi, nei ritagli di tempo che lo studio gli concedeva, ha preso parte a diverse esibizioni collettive, fra cui a Gaeta nel 1968, per una Mostra Estemporanea (1º Premio). Poi a Roma CIAS nel 1975, per la “Festa Nostri in Trastevere” (IV Premio), nel 1977 a San Casciano dei Bagni (SI) vince ancora il 1º Premio e si ripete imponendosi quell’anno e poi nel 1983, a Roma, per l’ambito “Premio ENS” di Pittura Estemporanea, nel 1988 ottiene il 2º Premio in Campidoglio, sempre per Pittura improvvisata.
Dopo aver preso parte a diverse mostre nel 1989, abbandona tutto per occuparsi del suo lavoro in banca e per questioni tecniche con il computer grafico Macintosh … fin quando per le insistenze del suo amico Ludovico Graziani, dieci anni più tardi, nel 1999, partecipa a Trevignano Romano alla cerimonia in onore di “Tommaso Silvestri”, primo educatore dei sordi d’Italia (1784), dove ottiene il 1º Premio, come pure l’anno successivo a Nemi (Roma), per la Festa Sagra delle Fragole.
Notevole anche la partecipazione di Ponticelli alla Mostra Internazionale degli Artisti Figurativi Sordi per il Giubileo dei Disabili e poi anche per il “50º WFD”.
L’Arte ha riscoperto Gennaro Ponticelli, e questo rinomato artista ha rivelato di nuovo il gusto di dipingere. Fra le note critiche degli esperti d’arte. Fonte: Parole & Segni (2002)
E’ VicePresidente dell’Associazione Internazionale Artisti Non Udenti «Leonardo Da Vinci Arte» fondata nel 2005, nonchè del responsabile webmaster del sito della medesima associazione.

Il sito personale di Gennaro Ponticelli: mrgenny.com

“Ponticelli Gennaro è un artista sordo nato a Mondragone (CE) nel 1954. Residente a Roma, impiegato di banca, Ponticelli è un appassionato di arte metafisica e computerizzata Macintosh, abile nel trasformare il freddo segnale di un codice binario in una vellutata opera d’arte futuristica che suscita curiosità ed apprezzamenti nel pubblico. Lo scrittore Giuseppe Rizzuto ha detto di lui: “Quelle stesse qualità che si riscontrano in Gennaro Ponticelli, il cui animo appare rovente di passioni quando sulla tela è impresso un gioco di luci davvero impetuoso, mentre si mostra pacato quando la tela offre la visione naturalistica di una serenità, di un senso di pace imprevedibili”. La sua prima esperienza artistica risale all’età di 12 anni, quando vinse il II° premio al X Concorso Nazionale “Il Pennello d’Argento” a Venezia (1966). Diplomato alla Accademia d’arte “Leonardo Da Vinci Arte” che frequenta dal 2005 al 2008. E’ stato vice presidente e webmaster dell’Associazione “Leonardo Da Vinci Arte-Onlus” (LDVA) dal 21 Giugno 2005 al 21 Giugno 2008. Il 15 Maggio 2009 fonda l’Associazione “VenereArte” di cui è anche il Presidente.”

nw314 (2007)


 

Newsletter della Storia dei Sordi n.314 del 19 settembre 2007