Iscriviti: Feed RSS

Trevi: Scoprimento di una lapide nell’ex Collegio Lucarini (Newsletter della Storia dei Sordi n. 481 del 29 aprile 2008)

A Trevi, domenica  4 maggio alle ore 12, verrà scoperta una lapide in via Lucarini, vicino alla porta secondaria dell’ex convento di S. Francesco ora Museo.
L’iscrizione vuole fissare sul marmo la gloriosa storia dell’edificio, tangibile testimonianza di arte, di fede e di cultura che travalica i confini geografici del comune e della regione.

 
COLLEGIO LUCARINI-1930

Il convento, completamente ricostruito nel 1640 nel luogo del precedente, fondato dalla stesso S. Francesco, fu retto dai “conventuali” fino alla soppressione napoleonica. Successivamente, modificato dal Valadier ospitò il Collegio Lucarini, benemerita istituzione fondata a metà del ‘600 dal vescovo Virgilio Lucarini. Fu frequentato da più generazioni di giovani trevani e tra cloro che ebbero influenza nella propria epoca sono da ricordare Francesco Francesconi, politico e filosofo e il beato Pietro Bonilli, pioniere nell’assistenza delle bambine cieche e sordomute.

Dal 1893 il Collegio fu retto dai Salesiani di Don Bosco che in breve portarono l’istituto a tal fama da richiamare allievi anche da lontane regioni. Tra i nomi più prestigiosi c’è da annoverare Loreto Starace, da Castellammare di Stabia, volontario nella prima guerra mondiale ”per un’Italia più alta e più pura”, pluridecorato, morto sul campo in odore di santità, venerato tuttora nel santuario di Scanzano (NA). Ma l’elenco potrebbe continuare pressoché all’infinito: Leopoldo Eleuteri, asso della nascente aviazione, al quale è intitolato l’aeroporto di Castiglion del Lago, Caro Zappelli, medaglia d’argento, che fu preside dello Scientifico di Foligno, Filippo Arredi, cattedratico, progettista di decine di dighe.

In alcune famiglie, per tradizione, più generazioni frequentarono il prestigioso istituto, tanto che spesso nelle commemorazioni convennero numerosi gruppi di parenti, come i Novelli e i Menconi di Spoleto i Bartolini e gli Zappelli di Trevi.

Il Collegio fu chiuso nel 1963, quando fu istituita la Scuola Media Unica, che ebbe sede nei locali del convento di S. Francesco ora museo, ma gli ex allievi non hanno mai cessato di ritrovarsi a Trevi ogni anno, per celebrare il loro convegno. Quest’anno, verrà scoperta la lapide per ricordare ai posteri che quell’edificio è stato per secoli prestigioso luogo di preghiera e di studio, doveroso omaggio alle decine di educatori e alle migliaia di giovani che qui ebbero la formazione culturale e morale.
Fonte: spoletonline.com  (Venerdì, 2 Maggio 2008 ore 12:33) – nw481


Newsletter della Storia dei Sordi n. 481 del  29 aprile 2008