Iscriviti: Feed RSS

Messaggio storico del congresso ens 2004 (Newsletter della Storia dei Sordi n. 502 del 27 maggio 2008)

Ecco il testo del messaggio di saluto del Presidente Nazionale Ida Collu al Congresso ENS svoltosi a Paestum (Salerno) nell’ottobre del 2004.

«Cari fratelli e sorelle del Silenzio,
il 22° Congresso Nazionale ENS si è appena concluso!
E’ ancora vivissima l’emozione che ha travolto tutti i presenti e in particolare la sottoscritta per il calore, la partecipazione, l’impegno dato nell’affrontare i temi che andranno – da subito – a costituire il cammino della nostra comunità silenziosa!

Un cammino per il riscatto che appare sempre più costruttivo, sempre più esaltante per mete sempre più ambiziose e più ampie.

Sì, noi, i Sordi Italiani, stiamo conquistando giorno dopo giorno un ruolo fondamentale nel cambiamento della società: con fatica come avviene per ogni popolo emarginato, ma inesorabilmente, come avviene per chi ha una grande fede, una grande storia e dei grandi esempi del passato.

Sì, noi, i Sordi Italiani, stiamo diventando il simbolo della “cultura dei deboli” che si sostituisce alla violenza millenaria della “cultura dei forti”.

Sì, noi, i Sordi Italiani, non siamo e non saremo mai più dei “poveri sordi”, ma siamo e saremo un modello invidiato di comunità solidale e un esempio concreto di civiltà in cammino.

Vi ringrazio.

Vi ringrazio con tutto il cuore e con tutta l’anima per avermi dato ancora una volta la Vostra fiducia assieme ad un amore e ad una forza immensa. Ora è tempo che tutti i sordi trovino la volontà per cancellare ogni divisione, ogni contrasto e ogni risentimento: ora è tempo di stringerci insieme sotto la bandiera dell’ENS e nella dedizione alla nostra comunità silenziosa. E’ tempo di unire tutte le Persone Sorde e di concentrare ogni forza e ogni stilla di energia per costruire il futuro che abbiamo sognato per i nostri figli e per le nuove generazioni.

Assieme al nuovo Consiglio Direttivo, Zatini, Manciagli,  Pedulla, Pedrali, Santoro e Dentamaro lotterò senza risparmio per realizzare il programma che avete approvato così plebiscitariamente.

Sono orgogliosa che mi abbiate scelto per rappresentarVi.
Sono commossa per il calore che mi date e per la fiducia che mi dimostrate.
Sono fiera di appartenere alla comunità silenziosa e sono felice di condividere, da sorda con i sordi, ogni gioia, ogni dolore, ogni sofferenza, ogni speranza, ogni sogno ed ogni conquista.

Vi stringo tutti in un grande, immenso abbraccio. Ida Collu»

Al prossimo 23° Congresso ENS del 2008 che si terrà ad una località da scegliere con i  programmi più innovativi per migliorare sempre di più l’attività istituzionale ENS apprezzata dallo Stato e dagli Enti pubblici regionali e locali e di promozione sociale a favore dei Sordi nei confronti dell’evoluzione tecnologica di oggi.

nw502


 

Newsletter della Storia dei Sordi n. 502 del 27 maggio 2008