Iscriviti: Feed RSS

Agcom: stop a numerazioni sovrapprezzo (Newsletter della Storia dei Sordi n. 501 del 26 maggio 2008)

Il blocco rientra nel Piano di numerazione nazionale. Agcom: stop a numerazioni sovrapprezzo.
Dal 30 giugno il blocco dei prefissi 144, 166, 163, 164 e affini: potrà essere disattivato solo su richiesta dell’utente

Dal 30 giugno stop a tutte le numerazioni telefoniche sovrapprezzo, ossia 144, 166, 163, 164: lo ha deciso l’Authority per le Tlc, nel nuovo Piano di numerazione nazionale. Il blocco, ha stabilito l’Autorità, potrà essere disattivato solo su espressa richiesta dell’utente. Non solo, ma verranno utilizzati esclusivamente i codici del tipo 89X che consentono una migliore trasparenza tariffaria. Le altre numerazioni verranno quindi progressivamente chiuse.

SOGLIE MASSIME DI PREZZO
«Per i consumatori che intendono attivare comunque i servizi a sovrapprezzo, è stabilita nel Piano dell’Agcom una ulteriore tutela con l’introduzione di soglie massime di prezzo pari a uno o due euro per i servizi a tariffa flat (televoto, donazioni, etc.).

LE ALTRE NOVITÀ
In una nota, l’Agcom spiega che tra le altre novità del piano, c’è anche l’aggiornamento delle norme sulla numerazione per i telefonini. Tali misure «consentiranno migliori condizioni competitive per gli operatori virtuali, il recepimento delle norme europee sui servizi armonizzati a valenza sociale (numerazioni 116XXX) e la completa gratuità dei servizi di customer care offerti dagli operatori di telecomunicazioni». Nel dettaglio, il piano dell’Autorità guidata da Corrado Calabrò, «consente un migliore controllo del rispetto delle norme a tutela dell’utenza e più efficaci interventi diretti a contrastare le ripetute attività illecite poste in essere negli ultimi tempi». Il nuovo Piano di numerazione, approvato nei giorni scorsi e che entrerà in vigore a partire dal prossimo mese di giugno, «testimonia l’impegno costante, puntuale e articolato dell’Agcom sul fronte della tutela dei consumatori».
Fonte: corriere.it  – nw501

INFO:

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom)


Newsletter della Storia dei Sordi n. 501 del 26 maggio 2008