Iscriviti: Feed RSS

Educazione in Lingua dei Segni Italiana (LIS). Psicologa Sorda Sara Santini

Educazione in Lingua dei Segni Italiana (LIS)

Dall’anno 2008, dopo un colloquio di selezione presso l’Ente Nazionale per la protezione e per l’assistenza dei Sordi (ENS) di Roma, sono risultata idonea nella lista di Assistenti alla Comunicazione in LIS o meglio come Educatrice Sorda (art.13 della L.104/92) per Roma e la provincia di Roma. In particolare: Talenti, Montesacro Alto, Montesacro, Tiburtina, Fonte Nuova (RM) e Colleverde di Guidonia (RM).

Cos’è?
L’educatore sordo è affiancato solo ed esclusivamente ai bambini, ragazzi, adulti sordi e rappresenta il punto di contatto e di riferimento tra due mondi e due modalità di comunicazione diverse che sono sia la LIS sia l’italiano parlato.

A che serve?
Come educatrice sorda posso:
– Sviluppare la comunicazione.
– Avere gli obiettivi educativi.
– Stimolare il bambino sordo e le persone con cui è in contatto alla comunicazione.
– Aiutare il bambino a costruire e a far conoscere la propria identità di persona sorda.
– Attraverso la LIS stimolare il bambino all’acquisizione di questa lingua dal punto di vista linguistico e alla stimolazione, all’elaborazione di essa nel proprio linguaggio.
– Prestare attenzione alla struttura linguistica e grammaticale della LIS basandosi sulla sua LIS e a quella prodotta ed elaborata dal bambino.
– Aiutare ad evitare gli errori ortografici, tenendo conto di regole fonologiche, morfologiche, morfosintattiche e sintattiche di LIS.
– Aiutare a comunicare in maniera spontanea e naturale.
– Rappresentare una figura fondamentale per la crescita e lo sviluppo della personalità
– Rappresentare un importante modello di identificazione.
– Aiutare l’alunno sordo ad accettare il proprio deficit attraverso il mio esempio.
– Far maturare nel bambino sordo la certezza che anche per lui il futuro può riservare importanti opportunità nella vita sociale, scolastica e professionale.
– Laboratorio espressivo ed artistico.

A chi si rivolge?
– A tutti i Sordi di tutte le età: bimbi, bambini e ragazzi.
– E’ possibile che io possa lavorare come educatrice sorda anche a scuola con un alunno sordo.

Visualizza il sito personale della dott.ssa Sara Santini clicca qui