Iscriviti: Feed RSS

Risoluzione sull’inserimento lavorativo

(AGENPARL) – Roma, 26 ott – “Approvata all’unanimità in Commissione Lavoro una risoluzione sull’inserimento lavorativo delle persone disabili, frutto del lavoro congiunto tra opposizione e maggioranza, che insegna come – quando regna la volontà di impegnarsi seriamente sui temi delicati della nostra quotidianità, e in favore dei più deboli – gli accordi dagli esiti positivi per i cittadini possano trovare compimento.

Si tratta di una risoluzione che impegna il Governo a costruire una governanceche valorizzi le esperienze più significative nel campo dell’inserimento lavorativo e rafforzi il lavoro di rete già avviato tra pubblico e privato. Resta oltremodo necessario organizzare al meglio non solo le risorse umane e professionali, ma anche quelle finanziarie, per dare stabilità e continuità alle esperienze esistenti ed implementare con azioni positive in tutto il territorio nazionale tutte le realtà in divenire e future.

Abbiamo chiesto che si valorizzino quei progetti sperimentali che possono essere di stimolo per il mondo delle imprese grandi e piccole, ma anche per le pubbliche amministrazioni, a meglio applicare e attuare le direttive della stessa legge 68/99 sul collocamento obbligatorio e mirato, nel rispetto dalla Convenzione Onu sulla disabilità, senza dimenticare di monitorare la corretta applicazione dell’articolo 9 del dl 138/2011, contrastando così possibili fenomeni di segregazione occupazionale e lavorativa dei disabili.

Ci auguriamo il Governo proceda ora nel mantenere fede agli impegni presi, mettendo in campo i provvedimenti e le politiche necessarie per favorire la realizzazione dei diversi progetti, affinché l’inserimento lavorativo dei disabili divenga di priorità assoluta e arrivando anzi, laddove possibile, ad ampliare le quote di riserva nei posti nei quali essi dimostrino un migliore rendimento professionale e gradimento”.

E’ quanto scrive in una nota l’on. Amalia Schirru del Pd.