Iscriviti: Feed RSS

Giusi Cataldo, attrice figlia di genitori sordi

Un’attrice «a misura di genitori sordi»: Giusi Cataldo

Giusi Cataldo, nata a Palermo il 5 settembre 1961, è un’attrice e regista italiana ed è figlia di genitori ambedue sordi.

La Cataldo si è formata in teatro con Vittorio Gassman, Gigi Proietti, Giorgio Strehler e al cinema con Mario Monicelli, Carlo Verdone e Carlo Carlei.

Nel 1988 ebbe una parte secondaria in Compagni di scuola, di Carlo Verdone.

Poi esordì come regista di Le Voci Buie, con cui ha vinto il premio “AstiTeatro 1993” per le categorie “miglior testo teatrale” e “miglior regia”.

È anche la protagonista dello spettacolo, che per la prima volta in assoluto  ha visto assieme sul palcoscenico attori udenti e sordi. Quel testo ha un chiaro spunto autobiografico, appunto per il fatto che  i genitori di Giusi sono entrambi sordi.

Nel 1989, essa è la protagonista di Corsa di Primavera, regia di Giacomo Campiotti presentato alla Settimana della Critica, alla Mostra del Cinema di Venezia e vincitore del Giffoni Film festival, ed è pure candidata ai Nastri d’Argento quale miglior interprete femminile. Seguiranno poi Rossini Rossini, regia di Mario Monicelli, La corsa dell’innocente, di Carlo Carlei, L’albero dei destini sospesi di Rachid Behnadj, Locride Calabria di Vittorio Badolisani, La vita altrui di Michele Sordillo, A.A.A.Achille, ottenendo premi e riconoscimenti.

Ermanno Olmi la sceglie come “voce” di Maria Salviati De Medici ne Il mestiere delle armi.

L’attività teatrale, che oltre al già citato “Le Voci Buie” comprende, tra le altre interpretazioni, Cyrano de Bergerac, di Gigi Proietti, Oh Luciano“, di Alvaro Piccardi, Affabulazione e Poesia alla Vita, di Vittorio Gassman, Cavalleria rusticana, di Ennio Coltorti, il Pinocchio di Collodi, di Roberto Guicciardini, Black Comedy di Terlizzi e Coccodrilli di Giorgio Gallione.

Recentemente, è stata la protagonista, con Andrea Roncato della commedia inglese Nessuno è Perfetto, regia di Alvaro Piccardi, e con Massimo Venturiello, ne L’Uomo, la Bestia e la Virtù, regia di Alvaro Piccardi e Il Gioco delle Parti, regia di Gigi Dall’Aglio.

Nel 1998, Giusi aveva organizzato, assieme al compagno di vita Bebo Moroni, la tre giorni “Palermo Contro la Pena di Morte” e nell’ambito della manifestazione, patrocinata dal Comune di Palermo e da Amnesty International, aveva presentata la versione teatrale del radiodramma Twelve Hungry Men di Reginald Rose da cui il celebre film La parola ai giurati di Sidney Lumet, stesso titolo con cui viene presentato l’allestimento della Cataldo.

Dal 2011 è una delle protagoniste di CentoVetrine nel ruolo dell’ ex moglie di Sebastian Castelli.

Giusi Cataldo è intervenuta alcune volte anche ad eventi dell’Ente Nazionale Sordi a Roma, organizzati sotto la presidenza di Ida Collu, con la quale è sempre stata in cordiali rapporti, ed è stata una componente del Dipartimento Arte e Teatro, di cui era responsabile il Consigliere Direttivo  Angelo Santoro.

Essere figli di sordi è certamente “impegnativo”, ma sovente… ne vale la pena!

Marco Luè

Centrovetrine (Canale 5)

 PER SAPERE DI PIU’

Giusi Cataldo

_______________________________________________
«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla) Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: “Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini