Iscriviti: Feed RSS

Giornata Mondiale del Sordo 2012

GIORNATA MONDIALE DEL SORDO

“Saluti di pace e gioia nel Signore.

Domenica 9 settembre p.v., XXIII domenica del Tempo Ordinario, il vangelo proporrà alla comunità ecclesiali il brano del Vangelo scritto da Marco, che ricorda la guarigione del Sordo.

L’EFFATA’  tanto caro a tutti noi che lavoriamo con le persone sorde.

Domenica 23 settembre p.v., quarta domenica del mese, come da tradizione, con il patrocinio dell’UNESCO, si celebra la Giornata Mondiale del Sordo. Essa cominciò ad essere celebrata fin dal 1958 ma ebbe la sua consacrazione ufficiale durante il Congresso della Federazione Mondiale dei Sordi, tenutosi a Parigi nel 1971.

La World Federation of the Deaf (WFD) istituì originariamente l’International Day of the Deaf (Giornata Internazionale del Sordo) nel 1958 ed in seguito il “giorno” fu esteso a “settimana”, con l’obiettivo primario di attirare l’attenzione delle autorità politiche e religiose e del pubblico in generale sulle condizioni delle persone sorde e sulle attività  della comunità sorda.

Questi due avvenimenti oggi più che mai, necessitano della giusta risonanza, specialmente a livello di Chiesa, per tutta una serie di motivi che, per noi che siamo del settore,  sono facilmente intuibili.

Sono convinto che, opportunamente sensibilizzati, i nostri vescovi, sarà felici di portare all’attenzione dei fedeli le istanze della  24° Conferenza Internazionale che si è tenuta nel 2009 nell’aula del Sinodo, in Vaticano – “La persona Sorda nella vita della Chiesa”,  che il Santo Padre e la Chiesa tutta, hanno fatto sue.

Se poi qualcuno avesse accesso all’ufficio stampa della Santa Sede, potrebbe suggerire a chi di dovere, di inserire un accenno alla Giornata Mondiale del Sordo, nella lista dei saluti che il Santo Padre rivolgerà ai presenti,  il prossimo 23 settembre, dopo la recita dell’angelus.  Chi vive in capitale,  potrebbe organizzare la presenza di Sordi e di uno striscione per l’occasione.  Provate per un attimo a pensare quanto sarebbe consolante, per il mondo dei sordi, ricevere il saluto del Papa, il quale, come per altro ha già fatto in precedenza, potrebbe salutarli con il movimento tipico nella lingua dei segni, delle mani che applaudono.

Saluti carissimo a voi tutti.
P. Castiglione Savino, pms – nw135 – 15 settembre 2012

Biografia di Benedetto XVI

«La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it.
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini