Iscriviti: Feed RSS

Movimento Lis subito. I diritti dei sordi sulla Lingua dei Segni

La denuncia a Pubblico:
«Vogliamo la Lingua dei segni»

«Il nostro Governo non riconosce la lingua dei segni come una lingua ufficiale. Ci sono ancora troppi pregiudizi, ma noi continueremo a  lottare per i nostri diritti!». Tiziana Gulli, sorda e appartenente al movimento Lis Subito, che sostiene la causa della “lingua dei segni italiana”, non ci sta. Per lei e per tutti gli altri audiolesi «è molto importante riuscire ad arrivare all’obiettivo».

«Dobbiamo farlo per i nostri bambini», spiega Tiziana. La legge 4207, che dovrebbe garantire l’approvazione della lingua dei segni, era stata approvata nel 2011 dal Senato ed è poi passata alla Camera dei deputati per la votazione. Da allora, come tanti altri disegni di legge, giace nel cassetto: la commissione affari sociali è rimasta ferma.

Occorre ricordare che l’Italia ha già ratificato, nel 2009 (Legge n. 18 del 3 marzo 2009, n.d.r.), la Convenzione Onu sui diritti dei disabili. Ecco il video dell’intervista esclusiva a Tiziana Gulli.

Fonte: pubblicogiornale.it

 

Quasiasi informazione visualizza: http://www.lissubito.com/

vd051 – 22 settembre 2012

 «La storia è testimonio dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita» (Cicerone)
«La storia non è utile perché in essa si legge il passato, ma perché vi si legge l’avvenire» (M.D’Azeglio)
«Bisogna ricordare il “passato” per costruire bene il “futuro”» (V.Ieralla)
Per qualsiasi segnalazione, rettifica, suggerimento, aggiornamento, inserimento dei nuovi dati o del curriculum vitae e storico nel mondo dei sordi, ecc. con la documentazione comprovata, scrivere a: info@storiadeisordi.it.
“Storia dei Sordi. Di Tutto e di Tutti circa il mondo della Sordità”, ideato, fondato e diretto da Franco Zatini