Iscriviti: Feed RSS

Giovanni Paolo I e le sorelle sorde

Giovanni Paolo I (1912-1978), e le sorelle sorde.

Giovanni Paolo I (Albino Luciani), papa per soli 33 giorni, è conosciuto come “il Papa del sorriso” ed oggi è venerabile.

Quanto alle sue sorelle sorde sarebbe più corretto parlare di sorellastre, in quanto figlie dello stesso padre ma da madre diversa. Ma andiamo con ordine.

A Canale d’Agordo (paese di lingua ladina in provincia di Belluno) Giovanni Luciani, ventottenne, nel 1900 sposò Rosa Fiocco, cugina di primo grado. Ebbero 5 figli: tre maschi, tutti chiamati con il nome di Albino e morti subito dopo il parto, e due femmine: Amalia e Pia, sordomute.

Nel 1906 Giovanni rimase vedovo e dovette migrare all’estero in cerca di lavoro, così affidò le due bambine alla cura dei parenti. Nel 1910 riuscì a trovare lavoro vicino casa e l’anno successivo sposò Bortola Tancon di principi cristiani, la quale nel 1912 diede alla luce Albino, il futuro papa. Dopo nacquero anche Federico, Edoardo e Antonia.

Papa Luciani aveva un affetto particolare per i sordi, visto che aveva avuto ben due sorelle sorde: Amalia (1901-1938) e l’altra, Pia (1902-1969) diventata suora con il nome di Maria del Buon Consiglio, a Torino, tra le Suore del Cuore di Maria presso l’Istituto della Divina Provvidenza del Cottolengo, deceduta poco prima che il fratello diventasse papa. Albino non mancò, naturalmente, di visitare questa comunità, composta da suore sorde  e ammirare la loro dedizione ai malati e agli arredi sacri.

Viveva a Venezia una sua nipote sorda, Marisa Luciani, dotata di buone qualità artistiche.
P. Vincenzo Di Blasio

PER SAPERE DI PIU’

Suore sordomute

Giovanni Paolo I

Giovanni Paolo IGiova