Iscriviti: Feed RSS

Pio XI e i sordi italiani

Pio XI (Achille Ratti) Papa. Desio (Milano), 31 maggio 1857 – Città del Vaticano, 10 febbraio 1939. Succeduto a Benedetto XV nel 1922. (Papa dal 12/02/1922 al 10/02/1939).


“Nato a Desio presso Milano, si adoperò perché la Chiesa non si isolasse dalla società. Per questo motivo promosse la riforma dell’Azione Cattolica e ne incoraggiò la diffusione in molti paesi. Per regolare la posizione e i diritti della Chiesa, concluse i concordati con una ventina di stati. Il suo più importante successo diplomatico furono i patti lateranensi (Papa dal 11 febbraio 1929) che negoziò con Benito Mussolini, e con i quali fu fondato lo Stato del Vaticano, indipendente e neutrale. Con le encicliche “Divini Redemptoris” (Papa dal 1937) e “Mit brennender Sorge” condannò rispettivamente l comunismo e il nazismo. Fu il primo Papa a usare la radio per scopi pastorali.”

  1. Per l’ interessamento di Padre Umberto Montevecchi della Piccola Missione per i sordomuti (PMS) il 16 gennaio 1928 il Santo Padre Pio XI istituì le Sordomute Oblate della Piccola Missione, oggi divenute suore a tutti gli effetti, con l’emissione dei sacri voti
  2. Durante il suo pontificato iniziarono le grandi udienze ai sordi adulti e ricevette il primo gruppo dei dirigenti sordi istruiti. Due particolari udienze in occasione della celebrazione dei sordi nel 1925 e 1933 dando al suo nobile discorso un tono da esperto e confortante.

PER SAPERE DI PIU’

Pio XI

Pubblicita storia sordi