Iscriviti: Feed RSS

Contrassegni invalidi in banca dati

DISABILI, MINISTRO FONTANA ESPORTA SUPERPASS PER TUTTE LE ZTL D’ITALIA

Una banca dati unica nazionale per consentire alle persone con disabilità di accedere a tutte le zone a traffico limitato del Paese con un unico pass.

Il Ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana vuole esportare il modello Verona e quello Veneto – dove il progetto è già attivo – all’intero territorio nazionale e, per farlo, ha scritto nelle scorse settimane al Ministro Danilo Toninelli, che – come delegato ai trasporti – ha competenza specifica in materia. A seguito della lettera è stata convocata ieri una prima riunione, a cui ha partecipato, come delegato Anci, il comandante della polizia municipale di Verona Luigi Altamura, che ha portato l’esperienza e le buone prassi del Comune scaligero.

“Il modello veronese e veneto contribuirà a ridurre il numero di ‘furbetti’ che usano pass intestati a deceduti o pass scaduti – spiega il Comandante -. Una banca dati unica, e nel pieno rispetto della privacy, consentirà di garantire e di tutelare le persone con disabilità, che hanno diritto al contrassegno. Sono soddisfatto dell’interesse emerso per questo progetto e della sensibilità del ministro Fontana. Grazie a questo impegno, con il lavoro di squadra, si potrà esportare il modello Verona, già sperimentato con ottimi riscontri e grande successo”.

Contrassegno DPR 16 dicembre 1992, 405. art. 381

“La banca dati nazionale dei contrassegni è la soluzione che consentirà – dice il ministro Fontana – di facilitare l’accessibilità e la mobilità a tante persone con disabilità. Sono felice di aver avviato questo percorso. Grazie a chi sta collaborando al progetto.

Sulla base di esperienze positive e già collaudate come quella veronese, puntiamo ad arrivare a soluzioni innovative a tutela del diritto alla mobilità delle persone con disabilità, dando concreta attuazione al secondo programma biennale d’azione per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità”.
Fonte: mfd.gov.it

Conferenza stampa 20 settembre 2018