Iscriviti: Feed RSS

Liceo Sportivo per Sordi. Inaugurazione

Roma. Inaugurato il primo liceo sportivo per sordi
La ministra Azzolina presente all’inaugurazione: “Rispettiamo le regole: indossiamo le mascherine”. Il ministero all’Istituto Magarotto ha fornito quelle trasparenti con il logo della scuola.

Inaugurato il primo liceo sportivo per sordi

Taglio del nastro al primo Liceo Sportivo per sordi. Ai margini del grande raccordo anulare, all’altezza dell’uscita Casal Lumbroso, c’è l’istituto Magarotto, una scuola specializzata per sordi che fa parte di un’istituzione a livello nazionale che riunisce da oltre cinquant’anni più istituti d’istruzione ad ogni livello: materna, elementare, media e superiore. E, da quest’anno ha dato vita anche al liceo Sportivo.

A inaugurare ufficialmente il nuovo indirizzo era presente la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.

“È stato un momento molto toccante – ha spiegato Isabella Pinto, preside dell’Istituto, unica scuola statale per sordi frequentata da bambini e studenti sordi e udenti – Il Magarotto è l’unica scuola statale per sordi in Italia, riunita sotto un’unica dirigenza, con oltre 500 studenti nelle sue tre sedi di Roma, Padova e Torino”. L’Istituto di Roma, con le sue due sedi, in Via Nomentana e in Vicolo Casal Lumbroso è un istituto onnicomprensivo, cioè dalla materna al Liceo e da quest’anno ha aggiunto alla sua offerta formativa il Liceo Sportivo, “una sorta di ‘curvatura’ del Liceo scientifico in cui vengono tolte materie come latino e storia dell’arte per sostituirle con discipline sportive, scienze motorie e diritto dello sport”, al quale sono iscritti 15 studenti, 13 udenti e due sordi.

“Visto che per via delle norme anti covid non abbiamo utilizzato la palestra per una inaugurazione con tutti gli studenti in presenza – ha raccontato la preside – la ministra ha incontrato gli studenti classe per classe, intrattenendosi con i ragazzi. Ha poi visitato i vari laboratori dell’istituto. Prima tappa della visita è stato il museo della stampa, dove un gruppo di studenti ha donato alla ministra una maglietta da loro realizzata. Dopo il sopralluogo nelle classi e nei laboratori – per vedere i banchi e le nuove disposizioni delle aule – la ministra è stata accolta all’interno della palestra dal coro che le ha ‘segnato’ l’Inno Nazionale”.

“La nostra scuola – ha sottolineato ancora la preside – ha strutture sportive importanti, palestra campi di calcetto e ha stipulato convenzioni con diversi centri sportivi, simo già andati in piscina, insomma, si avvicina molto ad un college americano, abbiamo anche il convitto con dormitori per gli studenti fuori sede.

Oggi la ministra con i ragazzi ha ribadito l’importanza del rispetto delle regole: “Mettiamoci le mascherine – ha affermato Azzolina – rispettiamo le regole e difendiamo le scuole perché possano restare aperte. Certo, quello che vi stiamo chiedendo è un sacrificio ma in questo modo possiamo tenere il virus sotto controllo”. “Noi – ha continuato Pinto – abbiamo mascherine trasparenti per facilitare la comunicazione e ci sono state fornite dal ministero, le abbiamo chieste a luglio indicando il fornitore, e il ministro ce le ha fatte arrivare anche con il logo della scuola”.

Fonte: avvenire.it

PER SAPERE DI PIU’
Istituto Magarotto

Antonio Magarotto

Ministra Lucia Azzolina

Sport sordi italiani

1951 Istituto Magarotto di Roma sotto la presidenza Ieralla