Iscriviti: Feed RSS

Origoni Giovan Battista. Scultore Sordomuto

Il terreno in località Trabocchetto su cui sorge il Parco Orto botanico del Comune di Pietra Ligure fu donato alla città dai fratelli Martini di Genova nel 1966. Si pensò di costruirvi la scuola media, ma, avendo poi scelto per tale scopo un altro luogo, nel 1979-80 iniziarono i lavori di sistemazione del parco, nel quale si trova la statua, realizzata nel 1856 dallo scultore genovese sordomuto G.B. Origoni, di Agostino Tambuscio. Originario di Cervo, alla metà dell’800 si dedicava alla produzione di olio e farina, macinando olive locali e grano sbarcato dalla lontana Odessa negli impianti detti “i Molinetti” (dove oggi sorge il complesso di Milanomare).
Tambuscio è raffigurato vestito da giudice, con tanto di atti processuali in mano: la sua passione era, infatti, quella di imbarcarsi continuamente in cause legali ed era solito difendersi da solo.
E proprio queste troppe cause e la crisi della sua attività dovuta alla rivoluzione industriale lo ridussero in rovina. Interessato alle scienze occulte, lanciò una maledizione a chiunque avesse spostato la statua dal suo sito originale (cosa che avvenne, senza conseguenze, nel 1968), mentre pare porti fortuna toccargli la folta barba.
Il parco è intitolato a Pietro Toesca (Pietra, 1877 – Roma, 1962), insigne studioso di storia dell’arte medioevale.
Da www.rivieraligure.it
ps034 (2005)